Connect with us

campania

Volla, Mariano morto a 31 anni in un grave incidente stradale. Il mezzo ritrovato a 200 metri dalla vittima

Published

on

Milano

VOLLA. Un lutto drammatico che ha sconvolto tutta la città di Volla. Mariano Califano è morto a soli 31 anni. Il tragico incidente si è verificato ieri sera, intorno alle 22.

Mariano era originario di Volla, in provincia di Napoli. Era a bordo della sua moto sulla statale in direzione Cercola-Pollena Trocchia quando. per cause in corso di verifica, si è verificato il sinistro.

La dinamica dell’incidente infatti è ancora da chiarire e, al momento, è al vaglio delle autorità. Mariano è morto per via del violento impatto sull’asfalto, la sua moto ha proseguito la folle corsa per diverse decine di metri.

A lanciare l’allarme un automobilista che ha riferito di non aver assistito all’incidente. Quando i carabinieri della locale tenenza sono giunti sul posto hanno ritrovato la moto a 200 metri dalla vittima. I sanitari del 118 giunti sul luogo della tragedia non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del povero 31enne.

L’intervento delle forze dell’ordine è proseguito fino alle due del mattino. L’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia sul corpo della vittima, la salma è stata trasferita al Policlinico Federico II di Napoli in attesa dell’esame autoptico. Il corpo è stato notato da un automobilista che ha lanciato l’allarme. L’uomo ha riferito di avere visto il 31enne a terra ma di non avere assistito all’incidente.

Le altre notizie di cronaca: Taranto, cade mentre carica la pala eolica: morto operaio di 49 anni

TARANTO. Dramma sul posto di lavoro. Questo pomeriggio sulla parte pubblica (non in uso al Siderurgico) del quarto sporgente del porto di Taranto, è morto Natalino Albano, un operaio di 49 anni dell’azienda Peyrani Sud.

La tragedia a Taranto

L’operaio era impegnato nelle operazioni di carico su una nave di pale eoliche prodotte dall’azienda Vestas quando si sarebbe sganciata parte dell’imbracatura.

L’operaio e’ quindi caduto sulla banchina ed e’ deceduto a causa del violento impatto. Secondo fonti sindacali, il lavoratore potrebbe essersi lanciato dalla nave nel timore di essere travolto dal carico.

La dinamica e’ al vaglio degli ispettori dello Spesal, Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Asl e degli agenti della Questura, intervenuti sul posto. I sindacati di categoria dei trasporti, a quanto si apprende, proclameranno uno sciopero di 24 ore al porto di Taranto dalla mezzanotte di oggi.
Leggi anche Doppio asfalto di sangue a Brescia, altre due vite stroncate: una delle vittime ancora non identificata
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)