7 colpi di pistola da un uomo incappucciato. Muore ex maresciallo dei Carabinieri: caccia all’uomo

di Rosaria Claudia Romano
2 settimane fa
4 Maggio 2021

Silvano Nestola era un ex Maresciallo dei Carabinieri ed è stato ucciso con colpi di d’arma da fuoco a Copertino, nel Salento. Sarebbero 7 i colpi che lo hanno raggiunto anche se sono ancora sconosciute le circostanze che hanno portato all’uccisione dell’uomo.

Muore ex maresciallo dei Carabinieri

Un ex maresciallo dei Carabinieri, Silvano Nestola 46enne, è stato ucciso ieri in Contrada Tarantino a Copertino, nel Salento. Il Militare era in servizio al comando provinciale di Lecce fino a settembre e da allora collocato a riposo perchè riformato.

Uccide un ex maresciallo incappucciato

Silvano sarebbe stato ucciso con 7 colpi di pistola e il suo corpo è stato ritrovato lungo una strada sterrata tra Copertino e San Pietro in Lama, a ridosso del muro di recinzione di una villa.

Dal luogo dell’omicidio sarebbe stato visto scappare un uomo che indossava un cappuccio e che è al momento ricercato. (Fonte TgCom24)

Nel frattempo ieri si è concluso il caso Vannini

Caso Vannini, dopo sei anni da quella triste notte, finalmente giustizia è fatta. Confermate le condanne per l’Omicidio di Marco Vannini.

I giudici della V sezione penale della Cassazione hanno respinto i ricorsi dei difensori di Antonio Ciontoli, della moglie Maria Pezzilli, e dei figli Federico e Martina. Il capo famiglia dovrà scontare 14 anni di carcere. Gli altri 9 anni e 4 mesi.

Vannini – Per i giudici fu Omicidio volontario

I fatti risalgono al 18 maggio 2015. La vittima venne portata presso il punto di primo soccorso di Ladispoli a notte fonda, quasi due ore dopo essere stato colpito da un colpo di pistola sparato dall’arma che Ciontoli teneva in casa.

Le sue condizioni erano ormai disperate

Il proiettile, partito dalla pistola di Ciontoli mentre Marco, fidanzato di Martina, era ospite in casa, aveva provocato gravi ferite interne.
Leggi anche: Donna investita e uccisa da un treno in corsa: il dramma in Campania
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo