Luana, la mamma che amava la vita. Il ricordo di Pieraccioni: “Aveva fatto la comparsa nel mio film”

di Rosaria Claudia Romano
6 giorni fa
4 Maggio 2021

Luana D’Orazio non c’è più, finiscono i balli, i concerti, le cene con gli amici. Quella di ieri era una giornata come tutte le altre, ma il destino non la pensava allo stesso modo. Rimane il dolore della famiglia e di un figlio di appena 5 anni, rimasto senza la sua mamma.

Luana, comparsa nel film di Pieraccioni

Diplomata all’istituto Einaudi, Luana aveva iniziato a lavorare nell’orditura due anni fa. Prima di allora aveva lavorato al Ristorante Arnold tra via Pratese e Agliana. Bella e spigliata aveva fatto la comparsa in diversi video musicali di produttori locali ma anche per un film di Leonardo Pieraccioni: “Se son rose”.

Diverse sono le immagini che nei suoi social la raffigurano con l’attore, durante le riprese del film Luana era apparsa più volte accanto al protagonista.

Lo stesso Leonardo Pieraccioni, le ha dedicato – in queste ore – un pensiero:

Luana viveva insieme alla sua famiglia nella Frazione di Querci di Agliana. La comunità tutta si stringe attorno alla famiglia ed è colpita duramente dal dolore della notizia arrivata nel pomeriggio di ieri.

Tanti i messaggi di cordoglio nel suo profilo Facebook

Scrive un’amica di Luana: “Sono a pezzi amica mia Ci eravamo sentite proprio qualche giorno fa. Non ho parole per descrivere il dolore che sto vivendo adesso.”

“Sarai sempre nei miei ricordi un altro angelo è volato nel cielo troppo presto”, dice un altro.

A Luana, un saluto dal parroco di Spedalino

Tra i messaggi c’è anche quello del Parroco di Spedalino, nel comune di Agliana. Lungo la vecchia provinciale di Querci abitava con la famiglia Luana D’Orazio.

Dice il parroco: “E’ una famiglia della nostra comunità, che non vedo da un po’ di tempo anche perché a causa della pandemia l’ultima benedizione delle case è stata fatta due anni fa.” Aggiunge: “Però conosco la famiglia, in particolare la mamma della ragazza. Luana aveva ricevuto i sacramenti nella parrocchia di Spedalino Asnelli-Le Querci, l’ho seguita nel cammino per prepararsi alla prima Comunione e alla santa Cresima. Non la vedevo da tempo ma la notizia dell’infortunio sul lavoro in cui ha perso la vita mi ha profondamente rattristato. Esprimo a tutta la famiglia le più sentite condoglianze e tutta la mia vicinanza come parroco”. (Fonte LaNazione)
Leggi anche: ?Investita a 18 anni. Gli organi di Elena saranno donati: “Un gesto deciso anni fa
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo