Impatto violentissimo tra auto e scooter: 19enne muore, grave l’amico. Nocera in lacrime per i suoi due giovani

di Irene Viturri
2 mesi fa
9 Maggio 2021

Impatto violentissimo tra auto e scooter: 19enne muore, grave l’amico. E’ deceduto uno dei ragazzi rimasti coinvolti, la scorsa notte, in un incidente stradale verificatosi a Nocera Inferiore, dove un’auto (Audi A3) e uno scooter si sono scontrati tra via Napoli e via Rea.

La tragedia: 19enne muore

A perdere la vita uno dei due giovani che erano in sella al motorino: un 19enne, A.C le sue iniziali, originario dell’Ucraina ma da tempo residente nella città dell’agro: troppi gravi le ferite, soprattutto alla testa, riportate a causa del violento impatto.

Resta ricoverato in gravi condizioni il suo amico nocerino di 17enne, S.S.M, ma non sarebbe in pericolo di vita; in ospedale anche il conducente dell’automobile.

Intanto, proseguono le indagini da parte delle Forze dell’Ordine per ricostruire l’esatta dinamica del sinistro ed accertarne le responsabilità.

19enne muore – Un altro dramma ieri sera

NAPOLI. Giovane di 17 anni accoltellato in piena movida a Chiaia. E’ accaduto nella tarda serata di ieri dopo le 22, quando tutti dovevano già stare a casa per il coprifuoco e invece in strada erano in tanti, anzi in tantissimi.

La tragedia a Napoli

Si è consumata in via Arcoleo poco prima delle 22,30. Subito dopo l’aggressione e l’accoltellamento c’è stato un fuggi fuggi generale.

Il ragazzo ferito, originario di Miano, è stato trasporto all’ospedale Vecchio Pellegrini, non è in gravi condizioni.

La squadra mobile di Napoli

E’ sulle tracce dell’aggressore, la sua cattura dovrebbe essere questione di ore. Le sue generalità sono state fornite dallo stesso ferite.

Gli investigatori hanno già preso visione delle immagini delle telecamere pubbliche e private nella zona per verificare il racconto del ragazzo ferito e anche capire se l’aggressore aveva dei complici.

Proprio ieri ieri i commercianti di Chiaia avevano manifestato le loro preoccupazioni per la mancanza di controlli nella zona e per le troppe presenze in strada.
Leggi anche: Uccide paziente con l’acido: arriva la condanna definitiva per l’infermiera killer di Caserta
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo