Pensioni, cambia tutto. Draghi ci dà un taglio da agosto a novembre: ecco chi riceverà meno soldi

di Irene Viturri
4 settimane fa
26 Maggio 2021

Pensioni, cambia tutto. Draghi brucia le aspettative dei cittadini e dà un bel taglio. Brutte notizie quindi per chi percepisce le pensioni.

L’assegno di agosto, settembre, ottobre e novembre

Potrebbe subire una decurtazione per effetto dei conguagli 730. Ma andiamo per ordine e cerchiamo di capire cosa significa.

Come, riportato da TeleclubItalia, ogni anno, se delle somme devono essere restituite dai pensionati all’Agenzia delle Entrate, si procede attraverso il recupero automatico delle stesse direttamente sull’assegno pensionistico.

Visti però i nuovi termini e le scadenze relative alla presentazione del 730/2021, dopo l’emergenza Covid, cambia anche il periodo in cui il recupero avviene.

I rimborsi

I dipendenti, i pensionati e altri soggetti individuati dal legislatore possono ricevere eventuali rimborsi fiscali direttamente dal datore di lavoro con la busta paga o dall’ente pensionistico con la pensione, utilizzando il modello 730 in luogo del modello Redditi.

Lo stesso avviene, ma al contrario, quando ci sono somme a debito, del contribuente nei confronti dell’Amministrazione finanziaria, attraverso un conguaglio automatico su busta paga o pensione.

Pensioni, i tagli da agosto

Dal 10 maggio dipendenti e pensionati hanno accesso al 730 precompilato, con possibilità di invio dello stesso entro il 30 settembre 2021.

Pertanto, rimborsi e recuperi delle somme sulle pensioni potranno avvenire a partire da agosto 2021. Di conseguenza, i pensionati che hanno presentato dichiarazione dei redditi entro il 31 maggio 2021 potrebbero vedere gli importi del proprio assegno scendere – a seguito del conguaglio – a partire da agosto 2021.

Per tutti gli altri, invece, i termini slittano. Questo vuol dire che se per i 730 inviati entro il 31 maggio i conguagli avverranno entro agosto, per chi ha inviato la dichiarazione dei redditi entro il 31 settembre 2021 (termine ultimo per farlo) i conguagli verranno effettuati entro novembre 2021.
L’arco di tempo in cui i pensionati potrebbero vedere il proprio assegno aumentare o diminuire, pertanto, sarà compreso tra agosto e novembre 2021. (TeleclubItalia)
Leggi anche: “E’ lei Denise Pipitone”, colpo di scena: la nuova pista e il depistaggio. La ricostruzione di quel giorno: sapeva tutto del rapimento
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo