Connect with us

cronaca

Motociclisti morti, sono Danilo e Chiara Ghitti le due vittime. Papà e figlia hanno espirato insieme dopo l’impatto violentissimo. Una famiglia distrutta

Pubblicato

il

Giugliano

E’ terribile il resoconto di uno scontro avvenuto tra una vettura e una motocicletta lungo la Sp33 a Pieve San Giacomo. Qui sono morti due motociclisti, padre e figlia, di 55 e 26 anni, originari del Bresciano.

Motociclisti morti, sono un padre ed una figlia

Lo scontro mortale è avvenuto questa mattina poco prima delle undici. Nell’incidente hanno perso la vita un padre ed una figlia. Danilo e Chiara Ghitti, avevano rispettivamente 55 e 26 anni.

I due viaggiavano insieme a bordo della loro moto lungo la SP45.

Lo scontro: muoiono due motociclisti

All’incrocio con la SP33 la loro moto si è scontrata frontalmente con un’auto finendo in un fossato.

Per i motociclisti non c’è stato nulla da fare

Per i due non c’è stato nulla da fare. Sono rimasti feriti anche i due a bordo della vettura: un uomo di 59 anni e un ragazzo di appena 19.

Sul posto sono immediatamente accorsi il personale sanitario del 118, vigili del fuoco e la polizia stradale che mettono al vaglio le dinamiche dell’incidente. (fonte IlGiorno)

Tragica esplosione in fabbrica, sono due i morti di Gubbio.

Il tragico scoppio avvenuto nel pomeriggio di ieri nella fabbrica di Gubbio ha sconvolto l’intero paese.

Il bilancio è drammatico: due morti. Nel terribile incidente hanno perso la vita, Samuel Cuffaro, 19 anni, studente-lavoratore e Elisabetta D’Innocenzo, 52 anni.

Esplosione fabbrica – I Fatti

Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco si tratterebbe di più esplosioni avvenute in un laboratorio dove viene trattata la cannabis a scopo terapeutico.

Crollato il solaio dell’abitazione sovrastante. Uno dei tre superstiti è stato soccorso sul posto dal personale del 118 e poi trasferito in elicottero al centro grandi ustionati di Cesena. Un altro ferito è invece all’ospedale di Branca.

Esplosione fabbrica – L’indagine

E’ coordinata dal sostituto procuratore di Perugia Gemma Miliani che ha subito disposto il sequestro della palazzina quasi interamente distrutta.
Leggi anche: Confermata la zona gialla ma i contagi restano alti: ancora più di 1000 in Campania. Il bollettino 8 maggio
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)