Caserta in lutto per la morte di Fabio Zanolini, aveva 48 anni. L’istruttore di nuoto stroncato dal Covid

di redazione
2 settimane fa
10 Giugno 2021

Lutto a Caserta e nel mondo del nuoto. Si è spento Fabio Zanolini, istruttore di 48 anni di presso lo stadio del nuoto di Caserta, stroncato dal Covid.

Caserta, l’addio a Fabio Zanolini

Fabio, molto conosciuto tra quanti in questi anni hanno frequentato la piscina provinciale, era stato ricoverato ad inizio giugno. Ha lottato come un leone ma purtroppo il mostro è stato più forte.

Sono decine i messaggi di cordoglio giunti sui profili social dopo l’annuncio della tragedia apparsi sui social sia sul suo profilo sia sulla pagina Giù le mani dallo stadio di nuoto.

“È con estremo dolore che salutiamo il nostro amico e collega Fabio Zanolini. Tutte le società, i dirigenti, gli istruttori e tutti gli appassionati di nuoto si stringono al dolore della famiglia e di quanti lo hanno voluto bene. Ciao Fabio.”

Vasto, grave incidente in autostrada. La vittima è Emilio Vaccari, aveva 38 anni. Lascia la moglie e un figlio piccolo

VASTO (PESCARA). Lo schianto fatale poi il decesso. Questa mattina è morto un uomo di 38 anni in un grave incidente stradale sull’autostrada A14, nel tratto compreso tra Vasto Sud e Vasto Nord, in direzione Pescara.

Lo scontro, un tamponamento, ha coinvolto una Fiat Panda ed un mezzo pesante. L’automobilista deceduto era alla guida di una Fiat Panda.

La vittima è Emilio Vaccari di Isola del Gran Sasso, 38 anni di origini teramane e residente a Isola del Gran Sasso. Illeso il conducente del mezzo pesante coinvolto nel sinistro.

Per alcune ore i mezzi sono transitati solo sulla corsia di sorpasso. Inizialmente si erano creati tre chilometri di coda. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i Vigili del Fuoco, le pattuglie della Polizia Stradale ed il personale della Direzione 7° Tronco di Pescara di Autostrade per l’Italia.

Presenti anche gli uomini del soccorso stradale per rimuovere i mezzi dalla carreggiata. Il 38enne è morto sul colpo a causa dei traumi e ferite riportate.

Emilio Vaccari, descritto da tutti come una persona solare, lavorava alla Econet srl, azienda che si occupa del montaggio di allarmi. Terminato il turno la sera e durante i fine settimana lavorava anche nell’agriturismo di famiglia. Lascia la moglie e un bambino piccolo. Fonte: Certa Stampa.it
Leggi anche Scoppia incendio alle vele di Scampia, colonna di fumo nero visibile per chilometri. Paura tra i residenti
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo