Genova, Camilla morta a 18 anni dopo il vaccino. Soffriva di una malattia autoimmune: si indaga sulla sua dipartita

di Rosaria Claudia Romano
1 settimana fa
11 Giugno 2021

GENOVA. Camilla Canepa, aveva appena 18 anni. La giovanissima ragazza è morta dopo essersi sottoposta alla vaccinazione volontaria con AstraZeneca. La giovane Camilla aveva cominciato a mostrare i primi sintomi il 3 giugno: una forte cefalea e fotofobia.

Genova, Camilla soffriva di una malattia autoimmune

Camilla Canepa, secondo quanto riportato da diverse testate, pare soffrisse di piastrinopenia autoimmune familiare, e assumeva una doppia terapia ormonale. Gli investigatori, che nel corso delle ultime ore hanno acquisito le cartelle cliniche della ragazza, insieme alla sua documentazione clinica, tentano di comprendere se le due patologie fossero state indicate o meno nella scheda compilata prima della somministrazione.

Sequestrate le cartelle cliniche

Tra i documenti posti a sequestro dai carabinieri del Nas di Genova, ci sono alcune relazioni dei dirigenti medici del San Martino, Pelosi e Brunetti. Martedì, verrà dato l’incarico ai medici legali Luca Tatjiana e Franco Piovella.

Saranno i due esperti ad occuparsi del suo caso, essendo anche in passato occupati di decessi a seguito delle vaccinazioni.

Il primo dei decessi di cui i due si sono occupati è quello della docente Francesca Tuscano, di 32 anni. Poi, vi sarebbero 3 anziani a cui erano stati somministrati Pfizer e AstraZeneca.

Sul suo corpo è stato dato il consenso per procedere all’espianto degli organi. (Fonte, Tgcom24)

Intanto ad Ostia

Ostia. Settimana da bollettino nero per il lavoro. Aumenta considerevolmente il numero delle vittime sui luoghi professionali. Non promette nulla di buono.

Le morti bianche continuano ad essere la piaga dell’Italia, superate solo dal numero degli incidenti stradali registrati nelle ultime settimane.

Il luogo di lavoro è in generale il luogo più pericoloso dove un individuo possa trovarsi. Questo esprimono i dati degli ultimi giorni.

La vittima di Ostia

La vittima, questa volta, è un operaio di 58 anni originario della provincia di Potenza dipendente di una ditta esterna che stava effettuando lavori nell’area del cantiere.

Solamente ieri due giorni fa un’altra tragedia simile sul litorale a sud di Roma, dove Roberto Grossi è morto a seguito di un incidente sul lavoro.

Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Ostia, che indagano sul caso, e il personale del 118 prontamente intervenuto per il primo soccorso.

La dinamica della tragedia

Una vera tragedia quella di Ostia, dove intorno alle 15 di ieri, 10 giugno, un operaio è morto in un cantiere nautico.
Leggi anche: Napoli, incendio terribile in una abitazione. Tra le fiamme è morta una donna: il rogo non le ha lasciato scampo
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo