Connect with us

cronaca

Marmolada, escursionista di 23 anni muore dopo un volo di trenta metri in un crepaccio

Published

on

Marmolada

MARMOLADA. Una giovane escursionista di nazionalità romena è morta in un incidente sul ghiacciaio della Marmolada, in Trentino, a una quota di circa 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia.

La ragazza

E’ precipitata in un crepaccio per oltre 30 metri, insieme a un compagno di escursione. Sono stati gli altri membri del gruppo a dare l’allarme. L’uomo recuperato in vita e trasferito in ospedale, per la donna invece non c’è stato nulla da fare.

I FATTI

“I due escursionisti – spiega una nota stampa del soccorso alpino trentino – si trovavano insieme a una comitiva di altre sei persone a una quota di circa 3.100 metri, sotto le roccette di Punta Penìa.

Da una prima ricostruzione sembra che la comitiva stesse procedendo lungo il sentiero innevato senza essere assicurati l’uno all’altro, quando il ragazzo e la ragazza sono scivolati sulla neve, finendo su un ponte di neve che con il loro peso ha ceduto.

Il ragazzo è precipitato nel crepaccio per circa 15/20 metri, mentre la ragazza per oltre 30 metri.

Sono stati i compagni che stavano scendendo con loro ad allertare il numero per le emergenze 112, intorno alle 16.20.

Il tecnico di Centrale operativa del soccorso alpino e speleologico, con il coordinatore dell’area operativa Trentino settentrionale, ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha verricellato sul posto il tecnico di elisoccorso.

In successive rotazioni sono stati portati in quota altri 8 operatori della Stazione Alta Fassa e trasferiti a valle in sicurezza gli altri membri della comitiva.

I soccorritori

Sono riusciti a raggiungere per primo il ragazzo, che era cosciente, e con il un sistema di contrappesi lo hanno estratto dal crepaccio.

L’infortunato è stato elitrasportato a valle e trasferito all’ospedale di Cavalese in ambulanza per i possibili traumi riportati nella caduta.

Successivamente i soccorritori sono riusciti a raggiungere anche la ragazza ma per lei non c’era ormai più nulla da fare.

Le operazioni di recupero della salma – conclude il comunicato – sono state interrotte per il sopraggiungere del brutto tempo e riprenderanno domani alle prime luci dell’alba”. (L’Adige)
Leggi anche: “L’Inps non ha avuto pietà di me, sono vittima di un’estorsione”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)