Connect with us

cronaca

Pozzuoli, estorsioni di massa e raid armati con mitragliatrici: 3 arresti in mattinata

Published

on

Pozzuoli, estorsioni di massa e raid armati con mitragliatrici: 3 arresti in mattinata

POZZUOLI. Azioni violente ed estorsioni continuano ad infestare il rione mercantile della città, in cui diversi commercianti sono quotidianamente vittime di raid sempre più incandescenti.

Minacce e raid armati con mitragliatrici e pistole per estorcere denaro, dagli 800 ai 3mila euro, da titolari di attività di ristorazione, commercianti al dettaglio e rivenditori nel mercato ittico di Pozzuoli.

In tre, a Pozzuoli (Na), sono stati arrestati dai carabinieri e sono accusati di estorsione, tentata estorsione in concorso, detenzione e porto illegale di armi con le aggravanti delle finalità mafiose.

Le attività investigative hanno messo in luce alcuni episodi estorsivi messi in atto. In particolare, tra il mese di settembre ed il mese di dicembre 2017.

Violenza ed estorsione a Pozzuoli

Gli episodi di violenza ed estorsione sarebbero riconducibili, secondo i dati dell’unità investigativi, ad un gruppo di soggetti facenti capo a Carlo Avallone.

Questi, detto “il fantasma”, il quale, forte dell’assenza dal territorio dei capi storici del clan Longobardi, avrebbe dato così luogo a numerosi raid armati.

Raid caratterizzati da una certa violenza, con tanto di esplosione di colpi d’arma da fuoco (oltre 10 in soli tre mesi) nei confronti delle attività commerciali.

Alla ricostruzione dei vari episodi hanno concorso le attività di intercettazione. Con i riscontri delle testimonianze rese dalle vittime.

Un ruolo decisivo è stato il ritrovamento della cd “contabilità” contenuta all’interno di una sorta di agenda nel cui interno erano indicati, con termini anche criptici, i commercianti da taglieggiare e le somme da pagare.

Tale agenda è stata rinvenuta all’interno del locale dove Avallone si nascondeva per evitare l’esecuzione di altra misura cautelare. (Anteprima24)
Leggi anche Impatto violento in strada, Pasquale e Chiara sono i due fidanzati morti nell’incidente: “Salite al cielo prendendovi la mano”
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)