Connect with us

attualità

Covid, avanzano i contagi in Italia: le Regioni rischiano il passaggio in zona gialla. Nelle prossime ore potrebbe già cambiare tutto

Pubblicato

il

covid

La variante Delta del Covid incalza e crescono i nuovi contagi col rischio di una nuova imminente chiusura. Alcune regioni infatti potrebbero presto già lasciare la zona bianca e passare dalla prossima settimana a quella gialla.

La cabina di regia si terrà oggi e domani sarà presa una decisione definitiva sul green pass. Venerdì invece, in occasione del consueto monitoraggio settimanale dell’Iss con il Ministro della Salute Speranza, che si saprà con certezza se l’Italia verrà riconfermata in zona bianca, oppure se qualche Regione verrà ricollocata in fascia gialla.

Al momento tra le regioni più a rischio in base all’incidenza dei casi ci sarebbero Sardegna, Sicilia, Veneto, Lazio e Campania.

Per un eventuale cambio di colore e quindi di fascia di rischio “peserà il tasso dei ricoveri più di tutti gli altri indicatori”. A dirlo è il ministro della Salute Roberto Speranza.

“In una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione”, secondo il ministro, è infatti “ragionevole che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento pesi di più il tasso di ospedalizzazione”.

Covid, nuove regole in arrivo dal governo: utilizzo del Green pass e i nuovi parametri per le Regioni. Cosa sta accadendo

Cabina di regia e Consiglio dei ministri per un mercoledì 21 luglio che si preannuncia decisivo nella lotta all’avanzare della variante Delta del Covid.

I provvedimenti più attesi riguarderanno i nuovi parametri per individuare i colori delle Regioni, l’utilizzo del Green pass per accedere a eventi ed effettuare spostamenti, ma anche la definizione di un piano per la riapertura delle scuole a settembre. Temi delicati, sui cui la maggioranza capeggiata da Mario Draghi si trova sempre più in disaccordo.

Covid, proroga dello stato d’emergenza

Prima di varare nuovi provvedimenti, l’esecutivo dovrà decidere se prorogare lo stato d’emergenza in scadenza il 31 luglio. Con buona probabilità la misura sarà estesa fino alla fine di ottobre, in attesa della fine della campagna vaccinale. Al momento, in Italia i cittadini con più di 12 anni ad aver concluso il ciclo di somministrazioni sono 27,3 milioni, oltre il 50% del totale.
Leggi anche Covid uscito dal laboratorio di Wuhan, Usa e Cina trovano l’accordo sulla strategia d’uscita
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Ttibunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)