Connect with us

mondo

Ungheria, è partito il Gay Pride a Budapest: migliaia scesi in piazza per la marcia

Pubblicato

il

Ungheria, è partito il Gay Pride a Budapest: migliaia scesi in piazza per la marcia

UNGHERIA. Ha avuto ufficialmente inizio la marcia per il Gay Pride di Budapest, la quale percorrerà per tutto il pomeriggio le strade della capitale ungherese, sfoggiando i colori della celebrazione e della protesta.

Si tratta di una sfilata dal potente valore simbolico. All’interno di un Paese che, per usare un eufemismo, non si è di certo distinto per essere un campione di libertà nei diritti.

L’antecedente politico in Ungheria

L’Ungheria si era, il mese scorso, irreversibilmente schierata contro i diritti delle persone che fanno parte della comunità Lgbt.

E lo ha fatto nel bel mezzo del pride month. Approvando una legge che vieta la diffusione di materiale che “promuove” l’omosessualità o il cambio di sesso agli occhi dei minori di 18 anni (legge entrata in vigore il 7 luglio).

Il provvedimento è stato voluto e votato dal partito del premier Viktor Orban, che ricordiamo è amico e alleato di Giorgia Meloni, che lo ha invitato ad Atreju.

E anche di Matteo Salvini, con cui ha lanciato quello che hanno orgogliosamente definito “Rinascimento europeo”. Che poi con il Rinascimento (quello vero) non ha nulla a che vedere nemmeno con un enorme sforzo immaginifico.

Le legge che lede i diritti Lgbt

Il Parlamento ungherese aveva approvato, in quella sede, la legge con 157 voti a favore. E un solo contrario (con i partiti di opposizione che hanno boicottato la sessione di voto per protesta).

Raccogliendo la condanna immediata di diverse organizzazioni per la violazione dei diritti Lgbt. Tra queste, in prima fila, Amnesty International.

Migliaia le persone presenti oggi a piazza Madach, il punto di partenza della sfilata, dove spiccano ombrellini parasole arcobaleno, enormi cuori di cartone e bandiere multicolore.

La partenza del corteo è stata accompagnata dalle note di ‘Don’t stop me now’ dei Queen, inno della marcia dall’alto valore evocativo.

L’evento, che chiude il mese dell’orgoglio gay in Ungheria, sarà una manifestazione di “celebrazione ma anche protesta” contro le politiche omofobe del governo di Viktor Orban, fanno sapere esplicitamente gli organizzatori. (ANSA).
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)