Connect with us

cronaca

Agrigento, ancora sangue sulle strade, Calogero cade dallo scooter e perde la vita a 14 anni

Pubblicato

il

Aversa

AGRIGENTO. Un quattordicenne ha perso la vita, stanotte, a causa di un incidente stradale che non ha coinvolto altri mezzi.

Agrigento – I Fatti

L’adolescente era alla guida di uno scooter quando, per cause ancora in corso di ricostruzione da parte della polizia, in contrada Ciotta a Palma di Montechiaro (Ag), ha perso il controllo del mezzo ed e’ violentemente finito sul selciato.

Il minorenne, scattato l’allarme, e’ stato subito soccorso e trasferito all’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata (Ag) dove pero’ i medici non hanno potuto far nulla per salvarlo.

Agrigento – La vittima si chiamava Calogero Cammalleri

Ed aveva compiuto 14 anni lo scorso 16 giugno. L’adolescente era da solo sullo scooter quando ha perso il controllo. La dinamica dell’Incidente, ancora da ricostruire, e’ al vaglio della polizia di Palma di Montechiaro.

Muore folgorata nella vasca da bagno, morta ragazzina di 12 anni: il telefono in carica le è caduto in acqua

Morta fulminata nella vasca da bagno a causa dello smartphone caduto in acqua. Kseniya, 12enne russa, è morta sul colpo. La madre ha raccontato alla polizia che sua figlia aveva deciso di farsi il bagno dopo la lezione di basket.

Stava ascoltando la musica quando il suo cellulare si è scaricato. A quel punto, dopo averlo messo in carica, il telefono è caduto in acqua.

Sua madre che era in cucina stava preparando la cena. Preoccupata dal silenzio di Kseniya è andata in bagno e ha trovato la figlia morta in bagno con la testa sotto l’acqua. Il telefono galleggiava nella vasca da bagno.

Casi simili non sono purtroppo così rari e si registrano pressoché ovunque. Risale a meno di un anno fa la notizia proveniente dalla Russia di una quattordicenne morta per aver fatto il bagno con il cellulare in carica. Quando era arrivato il momento di farsi il bagno nella vasca di casa e si era accorta che il telefono era scarico ha cercato in tutti i modi di usarlo comunque attaccando il caricabatterie ad una prolunga.Una mossa fatale. Fonte: Caffeina Magazine
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)