Connect with us

attualità

Covid, risalgono ricoveri e terapie intensive: scatta l’allarme zone rosse. I focolai nelle zone di vacanza

Pubblicato

il

Covid

Covid. Oltre 6500 casi e 16 vittime nell’ultimo bilancio. Tre regioni a rischio zona gialla. Per l’ISS: c’è l’effetto Europei sul balzo dei contagi tra gli under 40. A Bergamo protesta in piazza dei familiari delle vittime del covid 19. Manifestazioni dei No Green Pass in molte città italiane. La solidarietà dela Lega. Tensione e scontri a Parigi.

Covid – Mini zone rosse

E restrizioni localizzate nei luoghi turistici d’Italia, con i ricoveri e le intensive da Covid in risalita. Brunetta paventa “una legge che obblighi tutti i cittadini o determinate categorie a vaccinarsi”.

Covid – Tra tre giorni previsto un nuovo Cdm sul Green Pass

Per i trasporti e il vaccino obbligatorio per i docenti. Ieri intanto di nuovo in piazza i ‘No green pass’, nelle città italiane da Milano a Napoli ma anche in altre parti d’Europa.

Con l’aumento delle ospedalizzazioni, sono tre le Regioni che – in caso di conferma del trend – rischiano la zona gialla.

Registrati intanto 6.513 nuovi casi di coronavirus in Italia, con tasso di positività al 2,5%. Sedici le vittime. In crescita le terapie intensive (+13, 214) e i ricoveri ordinari (+39, 1.851). L’Iss: “Balzo di contagi tra gli uomini under 40 dopo le feste per gli Europei di calcio”.

Covid – I focolai nelle zone di vacanza

Dalla Versilia alla Riviera romagnola, dalla Sardegna alla Sicilia, dal Circeo al Salento. La variante Delta non risparmia le località di vacanza italiane, col virus che ha ormai raggiunto anche quelle che dovevano essere le isole Covid-free. E in alcuni casi sono tornate le prime restrizioni per provare a bloccare il contagio. Ecco quali sono i principali focolai nei luoghi turistici

STROMBOLI

Preoccupazione anche nelle Eolie e in particolare a Stromboli. In una settimana i contagi sono saliti a 14. Positivi al coronavirus anche quattro camerieri di un ristorante, chiuso per precauzione.

SALINA

Anche in un’altra isola delle Eolie, nei giorni scorsi, un giovane è risultato positivo e una decina di persone sono finite in quarantena. “Mi raccontano di feste sfrenate in giro per l’isola – dice l’ex presidente dell’associazione dei commercianti Luca Chiofalo -. Comprensibile la voglia di divertirsi, solo spero siano rispettate almeno le precauzioni minime per evitare contagi di massa”.

SARDEGNA

L’isola è la regione con l’incidenza di casi positivi più alta d’Italia: 136,2 ogni centomila abitanti. La media italiana è di 58. L’assessore alla Sanità, Mario Nieddu, al Messaggero precisa: “Siamo penalizzati dal modo di calcolare l’incidenza perché in estate il numero degli abitanti reali raddoppia per la presenza di turisti”.

Ma Nieddu ammette che ci sono casi critici soprattutto nel Sud della Sardegna e nell’area metropolitana di Cagliari, probabilmente per il ritorno di giovani contagiati andati in vacanza in Spagna o in Grecia.

PUGLIA

Sono numerosi i contagi anche nel Gargano, soprattutto a Manfredonia e a Vieste, in provincia di Foggia, ed in Salento.

Tra le località più colpite c’è Gallipoli, tra le principali mete del divertimento giovanile. “Tanti i giovani positivi, spesso conviventi in gruppo in appartamenti. Difficile ricostruire le catene di contagio per l’omissione di chi è coinvolto”, ha detto al Corriere Alberto Fedele, responsabile del dipartimento di prevenzione della Asl di Lecce.

LAZIO

Sono 9 finora i positivi ospiti di un campeggio a Salto di Fondi (Latina), 63 le persone in quarantena. Per lunedì è in programma uno screening per tutte le 500 persone che soggiornano lì.

”Il campeggio è stato dichiarato zona gialla – spiega l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato – . L’ordinanza impone lo stop a tutte le attività, a chiusura delle piscine e l’obbligo di mascherina anche all’aperto”. E c’è preoccupazione, nel Lazio, anche per il numero di contagiati a San Felice al Circeo e nell’isola di Ponza. (Skytg24)
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)