Connect with us

cronaca

Prato, prete arrestato per droga: è anche sieropositivo. Nuovi capi d’accusa

Pubblicato

il

Prato

PRATO. Nuovi capi d’accusa per don Francesco Spagnesi, il prete quarantenne arrestato una settimana fa a Prato per traffico di droga e appropriazione indebita: è indagato anche per tentate lesioni gravissime. La procura ha formulato l’ipotesi di reato in relazione alla sieropositività del prete.

Spagnesi non avrebbe fatto menzione della sua condizione con alcuni dei partecipanti ai festini che ha organizzato assieme al compagno.

Il compagno di don Spagnesi

Non è indagato su questa vicenda, anzi, sarebbe invece una eventuale parte offesa. Ai festini, secondo quanto riferito dallo stesso prete durante l’interrogatorio di garanzia, avrebbero partecipato regolarmente 20 o 30 persone. Due di queste, sempre secondo gli investigatori, hanno già dichiarato di essere sieropositive.

Anche la pericolosità sociale dell’eventuale comportamento dell’ex parroco della Castellina, dunque, ha spinto la procura a indagare il prete anche per la nuovo ipotesi d’accusa. Eseguita una nuova perquisizione a carico del religioso nella casa dove abitava insieme al compagno.

Bimbo ucciso a Napoli, giornalisti del Tg3 picchiati dai residenti. La denuncia del Sindacato: «Violato il diritto di cronaca»

NAPOLI. Non c’è pace in città dopo la morte del piccolo Samuele, oltre al dramma che ha sconvolto tutti, un ennesimo atto di illegalità.

La denuncia arriva proprio dal Sindacato dei Giornalisti Campania

“Davanti all’edificio dove e’ morto tragicamente il piccolo Samuele, in via Foria a Napoli, da qualche giorno si e’ costituito autonomamente un ‘servizio d’ordine’. Composto da alcuni residenti che ha come unico scopo quello di non far avvicinare i giornalisti.

Ieri mattina l’ennesima aggressione alla troupe della Tgr Campania, nelle ore precedenti lo stesso trattamento e’ stato riservato ad altri colleghi, uno dei quali e’ stato, addirittura, preso a schiaffi. Non e’ possibile che il diritto di cronaca venga cosi’ impunemente violato”.

Cosi’ il Sindacato Unitario Giornalisti della Campania in una nota in cui chiede l’intervento delle forze dell’ordine per il ripristino della legalita’.
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)