Connect with us

cronaca

Milano, tre adolescenti si lanciano nel vuoto in poche ore: morti due 15enni, gravissima la 12enne. La Procura indaga

Pubblicato

il

Milano

MILANO. Una strage, un dramma che ha colpito Milano e l’hinterland milanese nella giornata di ieri. Tre adolescenti si sono lanciati nel vuoto a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Avevano 15 anni, i due coetanei morti sul colpo. Mentre la 12enne lotta tra la vita e la morte.

Milano – La procura

Come riporta CroanchedellaCampania, ha aperto un’indagine, a carico di ignoti, con l’ipotesi di istigazione al suicidio di un adolescente di 15 anni che ieri pomeriggio si e’ tolto la vita lanciandosi dal balcone della propria abitazione al 12esimo piano di un palazzo nella zona nord di Milano.

Milano – Inquirenti e investigatori

Intendono far luce sui motivi che hanno portato il ragazzino a compiere il tragico gesto che per ora non riesce a trovare spiegazione.

Sempre ieri, oltre al 15enne, nell’hinterland milanese si e’ tolta la vita gettandosi dal settimo piano del palazzo in cui viveva anche una sua coetanea. Mentre una 12enne ricoverata in gravi condizioni in ospedale dopo essersi lanciata dal balcone.

Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, non ci sarebbe alcun tipo di legame fra i tre minorenni che nella giornata di ieri sono caduti dalle finestre delle rispettive abitazioni tra Milano e l’hinterland.(CronachedellaCampania)

Lecce, entra in coma due giorni dopo il vaccino e muore a 14 anni. I Genitori chiedono l’autopsia: «Vogliamo la verità»

LECCE. Una 14enne di Ruffano (Lecce) è morta nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale pediatrico di Bari, ieri, dove era stata ricoverata dopo essere entrata in coma irreversibile due giorni dopo la somministrazione della seconda dose di vaccino anti Covid, avvenuta il 17 agosto scorso.

I genitori della 14enne

Di origine marocchina e residenti da anni in Italia, hanno presentato un esposto in procura, a Lecce, chiedendo al pubblico ministero l’esame autoptico.”

Solo l’autopsia potrà accertare se ci siano correlazioni tra la morte e la vaccinazione”, spiega a LaPresse l’avvocato che rappresenta i genitori, il penalista Pasquale Scorrano, del foro di Lecce.

“Al momento la pm Donatina Buffelli, titolare del fascicolo, non ha disposto l’autopsia essendosi riservata di acquisire tutta la documentazione necessaria per ricostruire la vicenda e per avere un riscontro diagnostico”, spiega il legale. “L’ospedale pediatrico ha disposto un’indagine interna per accertare le cause della morte”.

Stando a quanto evidenziato nell’esposto, alla 14enne è stata somministrata la prima dose di vaccino Pfizer il 22 luglio e la seconda dose il 17 agosto a Casarano (Lecce).
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)