Connect with us

campania

Pomigliano d’Arco, legato con il nastro adesivo e picchiato a 16 anni da un branco di minorenni: la denuncia del padre della vittima

Pubblicato

il

Pomigliano d'Arco

POMIGLIANO D’ARCO. I carabinieri di Pomigliano d’Arco (Napoli) stanno conducendo indagini per fare luce sulle presunte violenze subite da un minorenne denunciate in caserma dal padre.

Lunedi’ scorso

Secondo quanto si e’ appreso, il figlio minorenne dell’uomo sarebbe stato invitato ad andare nell’abitazione di un coetaneo dove poi pero’ sarebbe stato legato con il nastro adesivo e picchiato da altri ragazzi che avrebbero la sua stessa eta’.

La versione dell’accaduto

Fornita dal genitore della presunta vittima e’ ora al vaglio degli investigatori: il ragazzo vittima della presunta aggressione, comunque, non avrebbe addosso i segni delle percosse e neppure si sarebbero rese necessarie per lui le cure dei medici in ospedale.

Il racconto del ragazzo

Ha raccontato in lacrime al padre di essere stato vittima di un pestaggio violento, dopo essere stato legato a una sedia con del nastro adesivo, con polsi e caviglie bloccate.

Il genitore preoccupato si e’ recato in caserma e ha denunciato. I carabinieri di Pomigliano d’Arco stanno indagando e ricostruendo quanto sarebbe avvenuto lunedi’ scorso in casa di un ragazzino. Vittima e aggressori sarebbero minorenni. A quanto apprende AGI, il ragazzo picchiato non avrebbe segni evidenti di violenze sul corpo.

Torino, la cena con le amiche poi il dramma: Arianna ha un malore improvviso e muore a 24 anni

TORINO. Arianna non ce l’ha fatta, un malore improvviso e il suo giovane cuore ha smesso di respirare. Una cena con le amiche, ieri sera a Torino, poi un malore e la corsa disperata all’ospedale Mauriziano, dove il suo cuore ha smesso di battere.

Torino – I Fatti

Secondo quanto riportato La Stampa, è morta così Arianna Dalmasso, 24 anni, residente a Boves e studentessa universitaria del dipartimento di Fisica.

Torino – La giovane

Abitava a Torino in un appartamento con altre studentesse. I familiari sono stati avvertiti ieri notte e hanno subito raggiunto l’ospedale torinese. La giovane non aveva problemi di salute conosciuti.

Il ricordo dei familiari:

«Arianna era una ragazza matura e profonda, intelligente e determinata, curiosa di tutto e che amava informarsi, conoscere. Non usava i social da anni e amava l’arte e il disegno, oltre a suonare il basso.

Sapeva strappare un sorriso a tutti, con un senso dell’umorismo arguto e veloce. Appassionata lettrice, innamorata della vita, determinata, sapeva stupirsi anche delle piccole cose. Una ragazza controcorrente anche per la sua giovane età».

Arianna Dalmasso lascia il papà Dario, la mamma Paola e la sorella Elisa. Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte.(LaStampa)
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)