Connect with us

cronaca

Padova, ritrovato David il bambino rapito dal padre: fermati su un treno in Romania

Pubblicato

il

Padova ritrovato David

PADOVA. E’ stato ritrovato il bambino di 5 anni rapito martedi’ scorso a Padova dal padre, un romeno, che con tre complici l’aveva strappato dalle braccia della madre per poi fuggire.

Secondo le prime informazioni

L’uomo e il figlio sarebbero stati rintracciati dalla polizia romena a bordo di un treno. Lo confermano fonti investigative italiane.

Non si conoscono al momento altri dettagli

I Carabinieri erano sulle tracce dei sequestratori: il piccolo era stato prelevato martedi’ mattina da un ‘commando’ di quattro uomini. Ieri a Limena (Padova) i militari dell’Arma avevano recuperato il furgone usato per il sequestro.

Tragedia a Bologna, si lancia nel vuoto a 12 anni: stretto tra le mani il cellulare e un biglietto. Doppia inchiesta

BOLOGNA. Morta suicida a 12 anni. Una ragazzina, poco più di una bambina per la sua tenera età, decide così di farla finita.

I Fatti

Un terribile e drammatico gesto che ha sconvolto non solo la sua famiglia ma l’intera comunità. E’ una città a lutto e divorata dal dolore. Un vecchio cellulare, che lei non usava più. E quello nuovo, che le aveva comprato il papà pochi giorni fa. Ancora stretto tra le mani, distrutto nell’impatto con il cemento del cortile.

Eppure tutta la verità è lì, nelle chat di quel cellulare distrutto e nel vecchio. Ne sono sicuri gli inquirenti. Una storia agghiacciante che si sta cercando di ricostruire attraverso anche il pc della ragazzina.

Le chat

Al momento tutto quello che è stato trovato risale a un gruppo Whatsapp, dove venivano condivisi, con la curiosità degli adolescenti, anche link per adulti. Chat che potrebbero essere legate, oppure no, con la morte della ragazzina. Un suicidio come scrive anche Il Resto del Carlino, che ha straziato una famiglia e sconvolto una città.

Che si interroga, alla ricerca di un perché. Ci sono due procure a lavoro per dissipare i nodi del dolore, maturato in silenzio nell’anima di un’adolescente “normale, sorridente, affettuosa con la sorellina”, raccontano i vicini.
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)