Connect with us

mondo

Origine Covid, “Cina esaminerà migliaia di campioni di sangue raccolti a Wuhan”

Pubblicato

il

Covid origine

COVID. La Cina è pronta a esaminare fino a 200mila campioni di sangue prelevati agli abitanti di Wuhan prima che l’epidemia di Covid-19 esplodesse. Quindi fino agli ultimi mesi del 2019, per contribuire a fare luce su come e quando il coronavirus abbia fatto la propria comparsa e quale sia la sua origine.

L’indagine sui campioni conservati nel centro ematologico di Wuhan sollecitata già a febbraio dall’Oms.

Covid – I campioni della banca del sangue

Conservati per due anni, hanno affermato i funzionari cinesi, come prova in eventuali azioni legali relative alla loro donazione.

Quel periodo scadrà presto per i mesi chiave di ottobre e novembre 2019, quando la maggior parte degli esperti pensa che il virus potrebbe aver infettato gli esseri umani prima di dicembre.

Covid – Lo rivela la Cnn

Che cita un funzionario della Commissione sanitaria nazionale cinese. I campioni di sangue sono conservati al Wuhan Blood Center e l”archivio’ – fino a 200.000 campioni, compresi quelli degli ultimi mesi del 2019 – è stato indicato lo scorso febbraio dagli esperti dell’Oms, sottolinea la Cnn, come una possibile fonte di informazioni cruciali che potrebbero contribuire a definire quando e dove il virus sia passato dall’animale all’uomo.

Secondo i funzionari cinesi

I campioni della banca del sangue che si ritiene riguardino il 2019 sono stati conservati per due anni nel caso servissero prove in possibili azioni legali relative alle donazioni. Il periodo scadrà a breve per i mesi di ottobre e novembre 2019.

E stando al funzionario citato dalla Cnn, sono in corso i preparativi per esaminare i campioni e i test inizieranno alla scadenza dei due anni.

A luglio

Il responsabile del team di esperti cinesi che ha lavorato con l’Oms, Liang Wannian, aveva detto per la prima volta durante una conferenza stampa che il gigante asiatico avrebbe esaminato i campioni, promettendo la condivisione dei risultati.

“Nessuno crederà ai risultati forniti dalla Cina a meno che non ci siano almeno osservatori qualificati”, ha commentato Maureen Miller, professoressa di epidemiologia della Columbia University.
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)