Connect with us

economia

Assegno temporaneo figli, ultimi giorni per chiedere gli arretrati. Come fare la domanda

Pubblicato

il

Assegno Unico

ASSEGNO TEMPORANEO. Mancano pochissimi giorni alla scadenza, poi si rischia di perdere il sussidio. C’è quindi tempo ancora una manciata di giorni per fare domanda all’Inps per ottenere gli arretrati dal 1° luglio del cosiddetto “assegno ponte” (o anche “assegno temporaneo per i figli minori”), lo strumento che anticipa da quest’anno quell’assegno unico e universale che esordirà nel 2022.

Una prestazione sociale, quest’ultima, che a regime coinvolgerà 9 milioni di nuclei familiari con figli minori di 21 anni a carico.

La nuova scadenza del 31 ottobre

Nell’attesa del prossimo anno, va cerchiata in agenda la data del 31 ottobre: scadrà infatti quel giorno il termine ultimo, peraltro già una volta prorogato dal decreto legge 132/2021 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.234 dello scorso 30 settembre) – la scadenza era all’inizio il 30 settembre – per ottenere gli arretrati.

Ne consegue che per le domande presentate fino al 31 ottobre 2021, saranno corrisposte le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021 (quindi da luglio a ottobre), mentre per quelle che giungeranno all’Inps da lunedì 1 novembre l’assegno temporaneo sarà erogato a decorrere dal mese di presentazione della domanda (quindi da novembre).

In tutto questo, rimane il fatto che il termine ultimo, oltre il quale non sarà più possibile presentare la domanda di assegno temporaneo, resta fissato al 31 dicembre 2021 (in quanto dal giorno dopo entrerà in vigore l’assegno unico, un assegno di base fino a 180 euro per ogni figlio minorenne (240-250 a partire dal terzo).

Richiesta all’Inps

La domanda di Assegno temporaneo è presentata, di norma, dal genitore richiedente in modalità telematica all’Inps o presso gli istituti di patronato, in questo secondo caso sulla base delle indicazioni specifiche stabilite dall’ente di previdenza.

Se il genitore è minorenne o incapace di agire per altri motivi, la domanda può essere presentata dal legale rappresentante in nome e per conto del genitore incapace.

In caso di variazione del nucleo familiare mentre si percepisce l’Assegno temporaneo, andrà presentata una Dsu (Dichiarazione sostituiva unica) aggiornata entro 2 mesi dalla data della variazione. Dal mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione Isee aggiornata, la prestazione decade d’ufficio ovvero è adeguata nel caso in cui i nuclei familiari abbiano presentato in qualunque momento una nuova domanda di Assegno temporaneo.

Come fare domanda

In particolare, la richiesta va inoltrata una sola volta per ciascun figlio, attraverso i seguenti canali: portale web, utilizzando gli appositi servizi raggiungibili direttamente dalla home page del sito www.inps.it., se si è in possesso del codice Pin dispositivo rilasciato dall’Istituto entro il 1° ottobre 2020, oppure di Spid di livello 2 o superiore o una Carta di identità elettronica 3.0 (Cie), o una Carta nazionale dei servizi (Cns); contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori) e, infine, patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

L’accredito

Il sostegno viene accreditato dall’ente di previdenza attraverso 5 canali: su conto corrente bancario o postale, con bonifico domiciliato presso lo sportello postale, su libretto postale, su conto corrente estero area Sepa e carta prepagata con Iban.(IlSole24Ore)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)