Connect with us

cronaca

Firenze, malore improvviso mentre è a scuola: è morto il professore Stefano

Pubblicato

il

firenze

SESTO FIORENTINO (FIRENZE). Se ne è andato tantissimo, nel luogo che amava, quello del suo lavoro. I colleghi e i conoscenti sono sotto choc per la morte improvvisa di Stefano Bottai, l’uomo di 65 anni stroncato ieri mattina da un malore.

Bottai si è accasciato intorno alle 11,30, probabilmente per un attacco cardiaco, nella scuola in via Milazzo mentre si stava recando in bagno: sul posto un mezzo dal 118.

Per il docente purtroppo non c’è stato nulla da fare. Disperazione tra i colleghi e gli studenti. Sposato e padre di un figlio viveva a Firenze. Bottai era una vera fucina di idee .

“Fin dal mio arrivo – spiega commosso il dirigente scolastico Francesco Ramalli – avevo instaurato con il professor Bottai un rapporto molto positivo.

Mi piace ricordare di lui soprattutto il rapporto che aveva con i suoi alunni ed ex alunni cui era attaccatissimo. Oggi alle 11 un minuto di silenzio a scuola. Fonte: La Nazione

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA: Traffico di droga dello stupro, 39 arresti: c’è anche la sorella di Ornella Muti

I carabinieri hanno arrestato 39 persone accusate, tra l’altro, anche di importazione e traffico di stupefacenti tra cui fentanyl e Gbl (la droga dello stupro) acquistati sul deep e sul dark web.

Arresti per droga, c’è anche Claudia Rivelli

Tra gli arrestati figura anche la 71enne Claudia Rivelli, sorella dell’attrice Ornella Muti. La donna già a settembre era stata arrestata perché nella sua casa era stato trovato un litro di Gbl: la donna sosteneva di usare la sostanza per pulire l’argenteria.

Nel capo di imputazione si afferma che Claudia Rivelli ha importato “illecitamente dall’Olanda, con cadenze trimestrali, vari flaconi di Gbl provvedendo a inviarne parte al figlio residente a Londra dopo averne sostituito confezione ed etichetta riportante indicazione ‘shampoo’ in modo da trarre in inganno la dogana”.

La 71enne, quando venne arrestata a settembre, si difese spiegando di aver spedito la sostanza al figlio a Londra “perché lui la usa per pulire la macchina, io invece per pulire casa”. Fonte: Tgcom24
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)