Connect with us

lifestyle

“A TAVOLA CON BIANCAMARIA”, un avvocato ai fornelli: la nuova rubrica di Sparano

Pubblicato

il

Sparano

NAPOLI. Una passione nata, o meglio riscoperta, durante il periodo pandemico che ha portato tutti noi a reinventarsi “chef”, o semplicemente a ritrovare quei sapori della tradizione italiana e napoletana. Una passione ritrovata anche dall’avvocato Biancamaria Sparano.

«Tutto è nato con il lockdownspiega Sparano – l’essere costretti a non rincorrere i giorni, come ci è di consueto fare, mi ha fatto riscoprire, una vecchia passione, quella della sana e buona cucina nostrana e non solo. Il ritornare ai fornelli a rielaborare e ricordare vecchie ricette è stata, per me, un’esperienza straordinaria, che mi ha permesso, nonostante quanto forse il lockdown ci abbia allontanati, a rimanere, invece, in contatto con gli amici. Lo scambio di ricette, gusti, tradizioni non solo ci ha tenuti “vivi”, ma ha creato anche nuove sinergie e rispettato quella “socialità” che conviene all’umanità. Lo stare insieme nonostante quell’#iorestoacasa».

#IORESTOACASA, uno slogan che a tratti potremmo dire ci ha spaventati, ma dal quale, appunto Lei, ne ha tratto, nuove sinergie: ben due volumi e un terzo libro in uscita…

«Si, esatto, ma ripeto, tutto è nato quasi per gioco. Abbandonando per un attimo le vesti da avvocato, ho ritrovato quella passione della cucina tramandatami dalle mie nonne. Due nonne completamente diverse l’una dall’altra, ma entrambe molto brave ai fornelli. Deve sapere, infatti, che io sono cresciuta con nonna Bianca nata negli Usa e ritornata in Italia all’età di 18 anni e nonna Maria, nata cresciuta e “pasciuta”, come si suole dire dalle nostre parti, secondo i canoni classici napoletani».

Nonna Bianca

E ancora prosegue:

«Inevitabilmente la mia vita, le mie scelte sono state molto influenzate da queste differenti personalità, che adoro perché mi hanno tramandato visioni differenti, stili e scuole di pensiero che hanno fatto oggi la donna che sono. E differenti anche erano le loro cucine, da un lato le ricette di lunga tradizione e forse anche di risparmio di nonna Maria; dall’altro quei sapori nuovi, quel gusto tutto americano a partire dalla colazione salata fino all’apparecchiare senza tovaglia.

Negli anni ’60 era senza alcun dubbio qualcosa di molto strano, oggi l’uso della tovaglietta è sicuramente rientrato nel nostro vivere quotidiano. Rispolverando questi ricordi, anche insieme ai miei due fratelli, mi sono rimessa ai fornelli e con tanti amici abbiamo incominciato a scambiarci ricette, dalle più semplici alle più sofisticate».

Nonna Maria

E da qui nasce il mio primo volume #iorestoacasa #acucinare

Grazie a alla fiducia di Diego Guida delle casa Editrice Guida Editore. Una raccolta di ricette, diventata poi una vera e propria iniziativa sociale, che ha riunito amici, colleghi e parenti (ben 77!), i quali hanno proposto più di 100 ricette, intorno ad un immaginifico focolaio nato in un momento particolarmente delicato quale il primo lockdown.

Tutti spinti dalla volontà comune di convertire in qualcosa di materialmente positivo lo spirito di condivisione e la voglia di stare uniti anche a distanza. Un’esperienza stupenda che ci ha permesso di aiutare il Policlinico di Napoli Federico II. Infatti la somma ricavata dalla vendita del volume è stata donata UOC di Anestesia, Rianimazione e Terapia Antalgica, diretta dal Prof. Giuseppe Servillo.

E dopo il grande successo riscontrato, ben due ristampe a distanza di sei mesi dalla prima uscita, nasce #iorestoacasa #a cucinare #cinese.

In concomitanza con il capodanno cinese 2021, che è caduto il 12 febbraio, è nata l’idea di pubblicare questo piccolo volume che contiene una selezione, tratta dalla prima raccolta tradotta in cinese e viceversa, varie e interessanti ricette orientali tradotte in italiano.

Sono convinta, da sempre, che per comprendere la cultura di un popolo, spesso una delle strade è quella culinaria, così come la medesima sia anche quella più efficace per creare un legame con le persone – e ancora aggiunge – Questo secondo volume è stato possibile grazie a Chiara Ghidini, che ha subito accolto l’idea e ha operato la selezione delle pietanze da proporre ad un pubblico italiano.

Ricette cinesi “di casa”, che si è soliti preparare nelle famiglie e che utilizzano ingredienti semplici e reperibili. Ora, invece, sto lavorando ad un terzo volume, incentrato soprattutto sull’importanza della prima colazione e che a breve pubblicherò sempre con Guida Editore».

E potremmo dire “non finisce qua”… Online già dal prossimo sabato una rubrica tutta sua dove di settimana in settimana proporrà nuove e vecchie ricette…

«E’ per me davvero importante e soprattutto sono felicissima di poter, in qualche modo, essere utile alla collettività. L’idea è quella di riuscire a trasmettere non solo le nostre radici e una tradizione culinaria che, in un certo senso, ci scorre nelle vene, ma riuscire anche a creare nuove sinergie e nuovi legami. Come detto poc’anzi l’arte culinaria ha un grande potere, quello di “unire” le persone ed è quello che spero di riuscire a fare. Vi aspetto sabato 13 alle ore 10:00 per la nostra prima ricetta insieme».
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)