Connect with us

Senza categoria

Reddito di Cittadinanza, soldi in arrivo: pagamenti in corso in questo momento. Ecco cosa sta accadendo

Pubblicato

il

reddito di cittadinanza

Ci siamo. L’Inps sta accreditando in queste ore i pagamenti dell’assegno unico temporaneo per tutti i beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

La data prevista delle ricariche è quella di oggi, 15 novembre 2021. Il pagamento spetta a tutti coloro che non hanno ancora ricevuto l’assegno di ottobre.

In data odierna, inoltre, sono previste anche le ricariche del reddito di cittadinanza per i nuovi beneficiari e per chi ha effettuato il rinnovo del sussidio.

Per chi invece già usufruisce del sussidio di cittadinanza, i soldi saranno erogati a partire da venerdì 26.

Reddito di cittadinanza novembre 2021: cosa si può pagare

Il Reddito e la Pensione di cittadinanza vengono riconosciuti dall’INPS a mezzo ricarica della cosiddetta “Carta Reddito di cittadinanza” o “Carta RdC”, strumento di pagamento elettronico prepagato rilasciato da Poste Italiane, a seguito di accoglimento della domanda di sussidio.

Prelievi di contante in Italia entro un importo massimo mensile di 100 euro (importo incrementato in base all’apposita scala di equivalenza prevista dal Decreto legge n. 4/2019);
Acquisti di beni e servizi presso i POS degli esercizi commerciali presenti in Italia;
Pagare bollettini o MAV postali presso, ad esempio, tabaccai, supermercati e bar;
Effettuare un bonifico SEPA presso gli Uffici Postali.

A chi spetta l’assegno unico temporaneo: i requisiti

essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito (IRPEF) in Italia;
essere residente e domiciliato in Italia con i figli a carico fino al compimento del diciottesimo anno d’età;
residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale;
Avere un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità inferiore a 5omila euro
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)