Connect with us

ambiente

Ecomafie e traffico di rifiuti in Campania: l’allarme di Legambiente

Pubblicato

il

campania

lancia l’allarme per tutte le regioni italiane, in tema ecomafie e traffico di rifiuti. Nessuna speranza per la Campania che, con quota 280 reati (in aumento del 77% rispetto lo scorso anno,  registra il più alto numero di illeciti in Italia.

Ecomafie e traffico di rifiuti in Campania

Su 5.457 reati accertati di illegalità ambientale, resta alta l’incidenza del traffico dei rifiuti in Sicilia, Campania, Puglia e Calabria. Tali regioni, note per la presenza mafiosa, registrano il 46,6% del totale nazionale, con 134 arresti nel 2020. Tiene testa alla Calabria, seppur al quarto posto, il Lazio con 3.082 reati, con un incremento del 14,5% rispetto al 2019.

Sul tema ecomafie e traffico illecito di rifiuti in Campania, si registra un record negativo anche sul versante provinciale. Difatti la provincia di Napoli con 522 reati accertati, si conferma prima a livello nazionale, “con incendi agli impianti di trattamento, smaltimento e recupero con numeri da codice rosso”.  Segue la provincia di Salerno, seconda per numero di reati accertati, con 335 incendi dolosi, colposi e generici .

Sesta posizione, in tema di traffico di rifiuti, per la provincia di Avellino (con 161 reati), a cui segue Caserta, con 562 reati ambientali, 376 persone denunciate, sei arresti e 258 sequestri. Ultima la provincia di Benevento con 179 reati , 107 denunce e 57 sequestri.

Legambiente, con il rapporto Ecomafie 2021,  sottolinea che l’ecomafia e il traffico illecito di rifiuti nel nostro Paese sono oggetto di reato e quindi ascritti nel Codice penale con legge 68 del 2015. Infatti, il report,  evidenzia 883 procedimenti aperti con 2.314 soggetti denunciati e 824 arresti.

La corruzione si rivela lo strumento più utilizzato per agevolare i reati ambientali, con effetti devastanti sull’economia italiana, inerme dinnanzi alla giustizia ambientale. Si riconferma quindi l’impegno di  Legambiente  nel testimoniare i traffici di rifiuti e le ecomafie diffuse sul territorio italiano. (fonte: Legambiente)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)