Connect with us

attualità

Covid, ok alla terza dose dopo 5 mesi. Governo – Regioni: “Restrizioni solo per i no vax”

Pubblicato

il

vaccino: terza dose booster senza prenotazione

E’ ufficiale, l’esecutivo decide di anticipare a 5 mesi la terza dose di vaccino. L’aumento esponenziale dei contagi e le nuove evidenze scientifiche emerse sulla protezione del siero anti-Covid, spinge il governo a virare nella scelta finale.

I temi sul tavolo sono quelli di cui si è discusso negli ultimi giorni: più libertà per i vaccinati, limitazioni per chi ha evitato il vaccino. 

Confermato anche il super green pass, o perlomeno un certificato rafforzato concesso solo ai vaccinati.

Covid e terza dose: la ricerca di un equilibrio

Il Governo ipotizza di aumentare le restrizioni e i controlli per chi arriva da Paesi dove alto è il numero dei contagi e basso quello delle vaccinazioni. Scelta che avrebbe un impatto positivo sulle Regioni del nord, che più di altre rischiano di finire in zona gialla a breve.

Le Regioni chiedono però di superare la distinzione in zone di colori per contrastare la quarta ondata di Covid e andare verso quella vaccinati/non vaccinati. Nessun dubbio sulla terza dose.

Nel frattempo, le Regioni hanno chiesto al Governo di essere nuovamente convocate prima del prossimo Cdm, previsto giovedì, per discutere su quanto verrà deciso.

Inoltre, la Commissione tecnico scientifica (Cts) dell’Aifa ha deciso di velocizzare la dose booster di vaccino.

“Può essere considerata appropriata una anticipazione della dose booster a partire da 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario” – si legge nel parere del Cts.

I governatori però chiedono di  “certezze per le categorie produttive, premiando i cittadini  vaccinati, prevedendo per loro minori restrizioni, in zona arancione o rossa”.

La dose booster diventa, quindi, l’arma principale su cui puntare nei prossimi mesi invernali, forti dei dati che arrivano dai Paesi che ne hanno già sperimentato i benefici. Finora sono 3,7 milioni le dosi di richiamo somministrate in tutta Italia con un’accelerazione negli ultimi giorni.

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)