Connect with us

sport

Osimhen, operazione riuscita: fuori 90 giorni. Il viso ricostruito di Victor: sei placche e 18 viti

Pubblicato

il

NAPOLI. Il sito ufficiale del Napoli, comunica che Victor Osimhen è stato operato questa mattina alla clinica Reusch dal Prof. Tartaro, coadiuvato dal dott. Mario Santagata ed alla presenza del dott. Canonico, medico sociale del club. L’operazione ha riguardato un intervento di riduzione e contenzione delle fratture pluriframmentarie e scomposte dell’osso malare, dell’arco e del pomello zigomatico, del pavimento e della parete laterale dell’orbita, e della diastasi della sutura fronto-zigomatica. La sintesi dei monconi ossei è stata fatta tramite placche e viti in titanio.
Il giocatore sta bene e resterà in osservazione per qualche giorno. La prognosi è stimata in circa 90 giorni.

Salterà la Coppa d’Africa

La competizione continentale dura fra gennaio e febbraio, ed è indubbio che non potrà far parte della spedizione nigeriana. Lo scontro violento e fortuito con Skriniar durante l’ultima partita, comprometterà la sua partecipazione con le Aquile. Per la Nigeria, sarà la diciannovesima partecipazione alla coppa continentale, che è riuscita a vincere tre volte: nel 1980, nel 1994, e nel 2013. Con la maglia della nazionale, Osimhen ha giocato 19 volte siglando 10 reti.

Gli step verso la normalità

La complicanza maggiore è stata quello dello schiacciamento dell’orbita. Non ha avuto solo una dislocazione, ha avuto un esotrauma. L’osso malare si è pluri-frammentato. Avrà avuto una ventina di fratture, Osimhen è finito come sotto una pressa. Tre ore e mezza di intervento: tutto sbagliato quello che si è detto prima e quello che ho letto in giro. Tre incisioni abbiamo dovuto applicare su più punti del visto“. Queste, le parole del dott. Gianpaolo Tartaro al portale web Calciomercato.it: “I novanta giorni di prognosi sono, purtroppo, concretissimi. La maschera che tutti credono sia facile, purtroppo, scarica su dei punti particolari: questa maschera che facciamo oggi si appoggia dove c’è la frattura. Dobbiamo studiare una maschera adatta alla conformazione di Victor, non è una questione così banale, anzi. C’è un nervo lì, tutto molto complicato. Posso dire che di sicuro non va in Coppa d’Africa. Vediamo come si evolve la situazione, ci siamo presi una forbice larga. Vediamo come rispondono orbita e nervo: la cavità oculare si è stretta. L’occhio è uscito dall’orbita, andiamo con i piedi di piombo. Da tifoso, lo vorrei in campo, ma dobbiamo aspettare i tempi tecnici corretti”.

Chi al suo posto?

Mertens e Petagna sono pronti a prendere il posto dell’attaccante nigeriano. Dice un vecchio proverbio, che ogni impedimento diventa giovamento: è un Napoli modellato su Osimhen, è un’assenza grave, ma le alternative sono pronte e valide. Mertens è la storia di questa squadra, ed ha la massima considerazione da parte di Spalletti. In egual misura, ci sarà Petagna, pronto a fare bene. Ma, un po’ tra fantasia e fantacalcio, c’è anche una sognante voce che vorrebbe il ritorno di Edinson Cavani in prestito dal Manchester United, che non trova molto spazio.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)