Connect with us

camorra

Camorra, agguato ad Arzano, almeno cinque persone ferite: è una strage. Carabinieri e ambulanze sul posto

Pubblicato

il

ARZANO. Cinque persone sono rimaste ferite in un agguato avvenuto vicino ad un bar in via Ignazio Silone ad Arzano, alle porte di NAPOLI.

Sul posto vi sono i carabinieri le ambulanze; non si conoscono le condizioni dei feriti. I militari stanno tentando di ricostruire l’accaduto anche per accertare la natura verosimilmente di tipo camorristico dell’azione criminale.

La zona dove è avvenuto l’agguato si trova alle spalle della 167,palazzine dove primeggia il locale gruppo guidato dai Cristiano. Ma uno dei feriti pare sia proprio un parente di Pasquale Cristiano.

Secondigliano, blitz anticamorra: appalti truccati ed estorsioni. 40 gli arrestati

NAPOLI. Fin dalle prime luci di oggi sono stati 40 gli arresti da parte della Polizia di Stato e Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Stando a quanto riportato, gli accusati avrebbero alterato gare d’appalto ospedaliere, avanzando estorsioni ad ambulanze e ditte di pompe funebri. Tra gli arrestati fanno parte alti esponenti dell’Alleanza di Secondigliano, oltre a imprenditori e funzionari pubblici.

La maxi operazione della Polizia di Stato e della Direzione distrettuale antimafia di Napoli ha portato alla luce truffe sugli appalti ed estorsioni a ditte di pompe funebri, imprese edili e di pulizie

L’operazione è scattata oggi venerdì 22 ottobre alle prime luci dell’alba. L’operazione ha portato all’arresto di 40 persone, tra cui alti esponenti di un’organizzazione camorristica nata negli anni Ottanta a Secondigliano.

Tra gli arrestati spuntano fuori anche alti pubblici ufficiali e imprenditori

Gli arrestati sono accusati di aver aver alterato le gare d’appalto ospedaliere e non solo. Infatti nel documento si evince anche reato di estorsione alle ditte operanti nel servizio trasporto ammalati, onoranze funebri, imprese di costruzione e imprese di pulizie.

Qualche giorno fa c’è stato il blitz a Secondigliano, nell’area Nord di Napoli, degli uomini della Squadra Mobile coordinati dalla Dda. In questa incursione sono stati arrestati 10 persone, di cui due sono stati incarcerati ed otto agli arresti domiciliari. Essi sono ritenuti molto vicino al clan Marino, situati presso la zona delle Case Celesti.

Tra gli indagati spunta Tina Rispoli

Come riportato negli articoli di qualche giorno fa, spunta tra gli indagati anche Tina Rispoli, moglie del cantante neomelodico Tony Colombo ed ex moglie del defunto boss Gaetano Marino.

Per lei, ripetiamo, il gip ha respinto la richiesta di arresto in quanto ritenuta esclusa nei rapporti con i camorristi dopo la morte dell’ex marito.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)