Connect with us

attualità

Covid under 18, il virus cresce tra i banchi di scuola e aumentano i ricoverati. Il report

Pubblicato

il

ricoverati

Preoccupa l’aumento esponenziale dei ricoverati di età inferiore ai 18 anni presso gli ospedali sentinella. Sono 17, di cui 2 in terapia intensiva, con un’età media 4 anni. I ragazzi in Rianimazione hanno 14 e 11 anni e sono ricoverati all‘ospedale pediatrico Santobono di Napoli e agli ospedali Riuniti di Ancona. Lo evidenzia la Federazione italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere.

Ricoverati in intensiva: cosa sta accadendo

“Nella quarta ondata pandemica stiamo assistendo a una crescita di bambini ricoverati per Covid e qualcuno manifesta anche la necessità di cure intensive. L’aggressività del virus non risparmia i più piccoli e, oltre a colpirli con la malattia, li rende potenziali vettori dell’infezione tra gli adulti: ecco perché è necessario procedere con la vaccinazione in età pediatrica. Serve a proteggere i nostri bambini, a frenare la circolazione del virus e anche garantire il diritto allo studio riducendo i contagi nelle scuole e assicurando la regolarità delle lezioni in presenza”. Lo ha dichiarato il Direttore generale dell’ospedale pediatrico Santobono-Pausilipon, Rodolfo Conenna.

Dal Fiaso, invece, sono “parzialmente differenti i dati relativi alle terapie intensive in cui i pazienti crescono a un ritmo inferiore”.

“I ricoveri in rianimazione fanno registrare un aumento di sole 7 unità, pari al 9%, e si tratta esclusivamente di non vaccinati: nelle terapie intensive aumentano del 17% i pazienti non vaccinati mentre diminuiscono del 10% i vaccinati. La diminuzione dei vaccinati nelle intensive, nonostante l’aumento complessivo dei ricoverati, è un segnale positivo circa la protezione del vaccino dalle forme gravi“.

Solo la vaccinazione e la diagnosi precoce potranno influenzare positivamente l’andamento dei contagi, e limitare la tipologia di pazienti che necessitano di ricovero e di cure intensive e l’esito della malattia.

La Fiaso, in una nota, comunica che sono in tutto 810 i pazienti monitorati dallo studio Fiaso contro i 697 del 23 novembre.

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo 
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)