Connect with us

attualità

Arriva il Lockdown? Governo pronto alla stretta. Tutte le nuove regole e le ipotesi per i no vax e non solo: a Lodi e Codogno torna l’esercito

Pubblicato

il

Lockdown

LOCKDOWN. All’esame del Comitato tecnico scientifico le richieste delle Regioni, che spingono per azzerare l’isolamento per chi, entrato in contatto con soggetti positivi, è però vaccinato con terza dose. Più probabile che si andrà verso una riduzione della quarantena, da sette a cinque giorni. Sul tavolo anche l’obbligo vaccinale per alcune categorie di lavoratori.

I contagi da coronavirus continuano, giorno dopo giorno, a toccare cifre record: ieri, 28 dicembre, si è superata quota 78mila nuovi positivi. Troppi, secondo i presidenti delle Regioni, per non cambiare le regole in tema di quarantena e di Green pass. Si rischia, di fatto, che il Paese rimanga paralizzato, dicono i governatori. È attesa per il parere sulle nuove possibili misure del Comitato tecnico scientifico, che si riunisce oggi, mercoledì 29 dicembre.

LA QUARANTENA

La Conferenza delle Regioni, presieduta dal presidente Massimiliano Fedriga, chiede al governo di ridurre – o cancellare – la quarantena obbligatoria per i contatti dei soggetti positivi al coronavirus, almeno per quelli vaccinati.

Le regole in vigore al momento prevedono, per i contatti “stretti” delle persone positive al virus, un periodo di isolamento di una settimana per chi è vaccinato contro il Covid e di 10 giorni per chi non lo è. Al termine del periodo stabilito, in entrambi i casi, occorre sottoporsi a tampone -rapido o molecolare- per verificare la positività. In caso negativo, finisce la quarantena.

Si chiede al Cts e al governo

Di azzerare la quarantena per chi risulta completamente coperto contro il coronavirus, avendo già ricevuto anche la terza dose di vaccino anti Covid.

Nel piano dei governatori non sarebbe comunque un via libera: spuntano gli obblighi per i contatti dei positivi di indossare mascherine Ffp2 e di “autosorveglianza”. I presidenti di regione chiedono poi che i contatti dei positivi con terza dose si debbano sottoporre a tampone solo se sintomatici.

La quarantena per chi è entrato in contatto con un positivo e ha ricevuto solo due dosi di vaccino verrebbe invece ridotta a cinque giorni

Un punto di incontro potrebbe essere quello di ridurre la quarantena per i vaccinati con terza dose, da sette a cinque giorni, senza però azzerarla. Sembra certo invece che rimarrà l’isolamento obbligatorio di 10 giorni per chi non è immunizzato.

VACCINI

Dopo i sanitari, gli insegnanti e le forze dell’ordine, si discute anche della previsione dell’obbligo vaccinale per altre categorie di lavoratori. Si pensa in particolare a chi opera a stretto contatto con il pubblico, come ad esempio i dipendenti pubblici.

Legato al tema dei vaccini è la possibile revisione del sistema del Green pass in Italia. Di fatto, come ha detto il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, si guarda all’ipotesi di introdurre il Super Green pass – ottenibile solo da chi è vaccinato con almeno due dosi contro il Covid o è già guarito dall’infezione – “per tutto il mondo del lavoro, pubblico, privato e autonomo”.

Ormai “bisogna valutare misure più restrittive come l’obbligo vaccinale” o “l’ipotesi di limitare la circolazione delle persone che non hanno la protezione”, che rischiano di mettere sotto pressione il sistema sanitario”, aggiunge il ministro per il Lavoro, Andrea Orlando. Si torna così a parlare dell’ipotesi di un lockdown dei non vaccinati.

Tra i temi da affrontare anche quello dei prezzi calmierati per le mascherine Ffp2, ora obbligatorie sui mezzi di trasporto pubblico, in cinema, teatri, musei, stadi, palestre e altri luoghi al chiuso. Il prezzo potrebbe aggirarsi intorno a un euro. (Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)