Connect with us

campania

Covid in Campania, oltre 5mila i nuovi casi e tre decessi. Il bollettino di oggi

Pubblicato

il

Campania

CAMPANIA. Sono 5192 i nuovi casi di covid in CAMPANIA nelle ultime ore. Due i decessi. Lo rende noto la Regione.

Questo il bollettino di oggi: (dati aggiornati alle 23.59 di ieri) Positivi del giorno: 5.192 Test: 29.677 Deceduti: 3 Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656 Posti letto di terapia intensiva occupati: 55 Posti letto di degenza disponibili: 3.160 () Posti letto di degenza occupati: 718 () Posti letto Covid e Offerta privata.

Covid, da domani mezza Italia in giallo. L’Europa supera i 100milioni di contagi

COVID. Oltre un milione di italiani a casa con il Covid. Cresce la pressione ospedaliera. Da domani nove regioni – tra cui Lazio, Lombardia, Piemonte e Sicilia – in zona gialla.

Per la scuola ipotesi Dad

Solo per i non vaccinati con due positivi in classe. L’Europa supera intanto i 100 milioni di casi di contagio dalla scoperta del virus: sono più di un terzo delle infezioni in tutto il mondo.

Ricciardi: “Super green pass va esteso subito, rischiamo stesso film 2021”

“Rischiamo di rivivere un film già visto: nuove varianti, rialzo di dei contagi, fase di attenuazione e relativa tranquillità in estate e poi nuove ondate in autunno e inverno”.

E’ quanto afferma in un’intervista a ‘La Stampa’ Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute e professore di Igiene all’università Cattolica, spiegando che “tutto dipende dalla volontà politica di affrontare il problema, altrimenti il 2022 sarà come il 2021 e non riusciremo a tornare alla nostra vita di prima”.

Secondo il consigliere del ministro Speranza, “se continuiamo a far circolare il virus non andiamo verso l’endemia, ma verso un perenne stato pandemico: solo con un numero di casi basso si può pensare di convivere con un virus. Ma questo virus reinfetta, la stessa persona può contagiarsi più volte: se pensiamo di adattarci a lui, ci castigherà”.

Locatelli: “Omicron meno grave ma va fermata, non faremo come Londra”

“Siamo in una fase di crescita pressoché esponenziale dei contagi. L’incidenza settimanale per 100mila abitanti è più che raddoppiata in 7 giorni, passando da 350 a 783. Se è vero che il 20 dicembre l’Istituto Superiore di Sanità stimava Omicron al 21%, oggi siamo su valori superiori sia per la maggiore contagiosità che per l’incubazione più breve”.

Lo dice in un’intervista a ‘la Repubblica’ il coordinatore del Comitato tecnico scientifico e primario del Bambino Gesù, Franco Locatelli che non condivide la posizione del governo britannico di convivere con il virus senza adottare ulteriori misure:

“Non sposerei assolutamente l’idea di lasciar correre il virus – dice – Anche se i dati dei ricercatori inglesi mostrano che con Omicron i ricoveri sono ridotti a un terzo, un aumento marcato dei contagi avrebbe un impatto pesante sul sistema sanitario.

Anche con sintomi meno severi un’ondata incontrollata porterebbe a una crescita di ricoveri e vittime. In Italia 1,3 milioni di persone sopra ai 60 anni non sono vaccinate. È un gruppo di connazionali che oggi rischia molto”.

L’attuale fiammata dei contagi

Spinta dalla variante Omicron del Covid, ha portato l’Europa a superare i cento milioni di casi dalla scoperta del coronavirus nel dicembre 2019, secondo un conteggio della Afp. Negli ultimi sette giorni, l’Europa ha contato oltre 4,9 milioni di contagi, con un aumento del 59% rispetto alla settimana precedente.

Esclusi i micro-Stati

I dieci Paesi con la più alta incidenza di casi al mondo su 100mila abitanti sono tutti in Europa, a cominciare da Danimarca (2.045), Cipro (1.969) e Irlanda (1.964). In tutto, le 100.074.753 infezioni individuate in tutta la regione europea (52 Paesi e territori che vanno dalla costa atlantica all’Azerbaigian e alla Russia) rappresentano più di un terzo dei casi rilevati nel mondo dall’inizio della pandemia.(Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)