Connect with us

cronaca

“A Napoli dovremo scegliere chi salvare”. Collassano gli ospedali, verso il codice nero: torna l’incubo, oltre 200mila casi in un solo giorno

Pubblicato

il

Napoli

NAPOLI. Collassano gli ospedali, torna l’incubo Covid in città. Il sistema sanitario rischia di collassare a causa dell’ondata di contagi Covid delle ultime settimane. I dati dei contagi continuano a salire e sono da record.

“La situazione è critica, abbiamo bisogno di aiuto ora. Roma decida per una misura drastica”. È l’allarme del presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, Bruno Zuccarelli, dopo un confronto con i colleghi degli ospedali di Napoli e provincia.

E ancora

“Né all’indomani del primo lockdown – spiega – né nella 2/a e 3/a ondata, la situazione è stata tanto grave, ora rischiamo di perderne il controllo. Ciò che si decide oggi avrà effetto fra 10-15 giorni. Se vogliamo evitare il peggio si intervenga subito, non metteteci in condizione di dover applicare il codice nero”, ha concluso riferendosi al percorso medico per decidere chi curare e chi no.

Ambulanze e auto in fila

Anche per diverse ore all’esterno del pronto soccorso infettivologico dell’ospedale Cotugno a Napoli. Aumenta la pressione sul nosocomio: le persone in attese hanno un tampone positivo o presentano problemi di desaturazione.

Pronto soccorso preso d’assalto

Il personale del Cotugno fornisce l’assistenza sia ai malati che si trovano sulle ambulanze private che in auto.

Un pretriage per distinguere le situazioni di maggiore urgenza e consentire dunque l’assistenza prioritaria a chi deve essere portato all’interno dell’ospedale. Il Cotugno è il pronto soccorso infettivologico di riferimento ed è dunque preso d’assalto in periodi di picco come questo.

Napoli, positivo al Covid va in giro in auto: denunciato un uomo di 40 anni

NAPOLI. Gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania, durante il servizio di controllo del territorio, hanno controllato in via Giulio Cesare, a Napoli, un’autovettura con a bordo tre persone.

Dagli accertamenti effettuati e’ emerso che uno dei tre doveva trovarsi in isolamento domiciliare in quanto positivo al Covid-19 dal 30 dicembre 2021.

Pertanto l’uomo, un 40enne napoletano, e’ stato denunciato per violazione della quarantena obbligatoria per positivita’ al Covid-19.

Inoltre, gli operatori hanno invitato il quarantenne a raggiungere quanto prima la propria abitazione al fine di ripristinare il periodo di isolamento. (ANSA)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)