Connect with us

campania

Sparatoria in centro a Napoli, uomo apre il fuoco tra la folla: soccorsi sul posto, scatta l’allerta

Pubblicato

il

napoli

NAPOLI. Sparatoria in viale Due Giugno a Napoli. Un uomo è rimasto ferito a seguito di un colpo di arma da fuoco intorno alle 14 di oggi, venerdì 21 gennaio 2022.

A riportare la notizia è Fanpage. Il fatto è accaduto a San Giovanni. il ragazzo era con un coltello e gli hanno sparato nelle gambe per fermarlo.

Secondo le prime fonti, si sarebbe trattato di un conflitto a fuoco con una pattuglia della Guardia di Finanza.

Un immigrato di colore avrebbe minacciato i passanti con un coltello e una pistola risultata essere poi arma giocattolo, e a questo sarebbe intervenuto anche un finanziere che ha sparato colpendo l’uomo alle gambe. Indagini della Guardia di finanza in corso.

Pare che l’uomo stesse importunando una bambina e alla reazione della mamma l’abbia colpita. Il ferito è stato trasportato all’Ospedale del Mare. Una volta giunti in pronto soccorso lo straniero ha sferrato un pugno in faccia all’infermiere e ha spintonato l’autista slogandogli una spalla.

Subito dopo sono stati allertati i soccorsi. Il ferito è stato caricato sull’ambulanza del 118 della postazione Annunziata, inviata sul posto dalla centrale operativa, e trasportato all’Ospedale del Mare. Una volta arrivato nella struttura di Ponticelli, però, segnala l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate, l’uomo avrebbe cercato di fuggire, probabilmente nel timore di venire arrestato.

Avrebbe quindi colpito l’infermiere con un pugno al volto e avrebbe spintonato l’autista nel tentativo di farsi largo, ma sarebbe stato bloccato.

Secondo quanto riferisce l’associazione, si tratterebbe di un cittadino straniero, che avrebbe minacciato i passanti in viale Due Giugno con un coltello e una pistola (poi risultata replica); l’uomo avrebbe puntato l’arma contro il finanziere, che avrebbe a quel punto sparato colpendolo a una gamba.

“Nel nostro lavoro si rischia doppiamente la vita – commenta il dottor Manuel Ruggiero, medico del 118 e presidente di Nessuno Tocchi Ippocrate – sia per le aggressioni sia per essere i primi ad accorrere sul luogo di una sparatoria, abbiamo bisogno di tutele, di certo non pretendiamo la scorta armata ma almeno tutti i mezzi atti a prevenire questi eventi nonché la tutela legale. Abbiamo paura di andare a lavoro”. Fonte: Fanpage
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)