Connect with us

politica

Corsa al Colle protagonista sui social. Berlusconi pronto al ritiro: la resa del Cavaliere oggi?

Pubblicato

il

Berlusconi

BERLUSCONI. A ridosso delle votazioni per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, sale l’interesse della rete sul tema.

Socialcom, con l’ausilio della piattaforma Blogmeter, ha analizzato per Askanews le conversazioni dell’ultima settimana (13-20 gennaio) per capire il sentiment degli italiani sull’elezione del capo dello Stato. Nel periodo oggetto dell’analisi, il tema ha prodotto quasi sei milioni di interazioni. Dall’analisi delle parole chiave emerge come la figura di Silvio Berlusconi sia tornata centrale nell’immaginario collettivo.

Il leader di Forza Italia

E’ la figura più associata alla presidenza della Repubblica e raccoglie oltre 30K citazioni, contro le 12K del “principale” sfidante, l’attuale premier Mario Draghi. Interessante notare come l’espressione “Berlusconi al Quirinal” sia la più utilizzata nell’ultima settimana sui social network.

A sorpresa, infine, sale l’interesse dei giovani sul tema: circa un quarto delle interazioni prodotte nell’ultima settimana (1,39M) proviene da Instagram e TikTok, piattaforme social i cui iscritti appartengono per la maggior parte alla fascia 18-24 anni. Un trend in netta controtendenza rispetto alle rilevazioni dei precedenti mesi.

Il tema

Coinvolge chiaramente anche i diretti interessati, ovvero i grandi elettori. Analizzando le conversazioni dei parlamentari negli ultimi sette giorni, emerge come più di metà del Parlamento (510 tra deputati e senatori) sia intervenuto sul tema con almeno un post. Dunque, tra gli oltre 160 post giornalieri sull’argomento, potrebbe nascondersi le possibili intenzioni di voto di chi ancora non si è esposto e aspetta di capire in quale direzione sarà meglio muoversi. “Il dato riguardante i giovani è sicuramente il più interessante”, spiega Luca Ferlaino, founder di SocialCom.

“Per la prima volta dopo tanto tempo registriamo l’interesse crescente della fascia più giovane della popolazione sui temi “vecchi” della politica. Questo perché ormai i social sono sempre più una forma innovativa di partecipazione democratica, attraverso il quale esprimere la propria opinione e il proprio parere, anche se poi non risultano determinanti”.

Berlusconi verso il ritiro

Silvio Berlusconi pensa di fare un passo indietro dalla corsa per il Quirinale. E nel vertice di centrodestra in programma oggi alle 16 lo annuncerà a Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

La resa del Cavaliere

Arriva dopo che anche i suoi fedelissimi hanno cominciato a gettare la spugna: i voti necessari per eleggerlo presidente della Repubblica non ci sono. Ovvero l’esatto contrario di quello che ha fatto trapelare ieri: «Ho numeri buoni». Chi ha partecipato all’incontro a Villa San Martino, descritto come una vera e proprio war room, assicura che l’ex premier non abbia ancora del tutto abbandonato l’idea di tentare il blitz in Aula.

Mancano i numeri

Le procedure per l’elezione dell’inquilino del Quirinale prevedono le prime tre votazioni con un quorum altissimo.

Come riporta Il Post, quel numero di voti il Cavaliere sa di non poterlo raggiungere. Se c’è una speranza, questa arriva soltanto alla quarta votazione, quando il quorum si abbassa. Ma Berlusconi deve sciogliere la riserva oggi e il suo nome verrebbe presentato da subito. Scatenando così dal primo momento la conta dei voti e quella dei franchi tiratori.

E rischiando un affossamento in Aula che sarebbe inglorioso per lui. Per questo, racconta oggi un retroscena del Corriere della Sera, sta valutando il ritiro: «Mi prendo ancora qualche ora per decidere».

In teoria, spiega il quotidiano, se tutto andasse per il verso giusto i fatidici 505 voti necessari per essere eletto ci sarebbero, ma «il rischio è enorme», gli hanno spiegato gli amici di una vita. Perché «non ci sono accordi con gruppi politici, ma solo rassicurazioni da parte di singoli». Che «oggi ti dicono che ti votano, domani chissà?».

La Stampa invece fa sapere che il Cavaliere ha provato a rinviare questo momento il più possibile, fermando sul nascere anche gli incontri tra capigruppo decisi nell’ultimo vertice. L’idea originaria era di arrivare in Aula a carte coperte, una prospettiva giudicata spericolata da Lega e Fratelli d’Italia.

Perché porterebbe proprio a quel rischio-disastro sulla candidatura. E alla poca agibilità politica di eventuali altri nomi.

Il quotidiano aggiunge un altro indizio che porta al passo indietro: per la prima volta Berlusconi ha accettato di parlare di candidature alternative. Il fondatore di Forza Italia è disposto a valutare una rosa di nomi di alleati che potrebbero piacergli.

Per questo l’idea è che alla fine del vertice di oggi il centrodestra potrebbe fare una proposta. In teoria per cercare un consenso vasto, ma più probabilmente per trovare un nome da spendere per le prime tre votazioni. E aprire successivamente la negoziazione con gli avversari. Il leader della Lega sta spingendo forte su Letizia Moratti e Marcello Pera.

Le alternative

Ma Pera non pare raccogliere l’interesse del Cavaliere. Così come Pierferdinando Casini, che la stessa Lega non vuole includere tra le proprie opzioni. Non è convincente invece l’ipotesi di Giuliano Amato (sette anni fa il candidato di Berlusconi) né quella di Gianni Letta. Meglio, molto meglio Elisabetta Casellati. Che però non piace invece al resto del Parlamento. In questo marasma, da segnalare però il cauto ottimismo di Fratelli d’Italia.

Fonti del partito di Meloni

Citate dall’agenzia di stampa Ansa ricordano che mancano molti giorni e che sempre, in ogni elezione per il Colle, le decisioni importanti si prendono solo alla fine. Per cui sarebbe un errore dare per sbarrata definitivamente la strada a favore di Mario Draghi, che è l’uomo che potrebbe sparigliare da subito. FdI confida che Berlusconi possa anche cambiare idea, nel momento in cui si rendesse conto che sull’ex presidente della Bce è possibile chiudere.(IlPost)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)