Connect with us

Senza categoria

Super Reddito di cittadinanza, arriva il BONUS 2022: ecco a chi spetta e come fare per averlo

Pubblicato

il

reddito di cittadinanza

REDDITO DI CITATDINANZA. Previste nuove regole su dove si potrà accedere senza green pass, infatti a partire dal primo febbraio entrerà in vigore l’obbligo del certificato verde anche per alcuni negozi e attività tra cui oltre ai CAF, patronato e uffici Inps, rientrano anche gli sportelli di Poste Italiane.

Nuovo bonus assunzione del reddito di cittadinanza

Che, come riporta, TrendOnline, in realtá non è esattamente ne nuovo e nemmeno un vero e proprio bonus e soprattutto non è rivolto ai beneficiari della misura. Si tratta di una norma che esiste dalla fondazione del reddito di cittadinanza datata ormai quasi 3 anni fa.

Sempre sul Reddito di Cittadinanza in particolare vedremo tutte le novità sulla misura che arrivano con la nuova legge di bilancio 2022: la decurtazione mensile di 5 euro, la visita obbligata almeno una volta al mese ai centri impiego, i maggiori controlli.

Come sappiamo almeno in linea teorica il reddito di cittadinanza nasce come misura di contrasto alla povertà e di reinserimento nel mondo del lavoro.

Quindi al beneficio che si riceve, si associa anche un obbligo rispetto all’attiva ricerca del lavoro o in casi di inclusione sociale.

Il mondo del lavoro

Ovviamente per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro, la disciplina del Rdc ha previsto un agevolazione anche per i datori di lavoro che assumono i percettori e che si prefigura come un esonero contributivo in misura pari a circa la ricarica del reddito di cittadinanza del beneficiario.

Questa non è una novità, si tratta di una norma che esiste dalla fondazione del reddito di cittadinanza datata ormai quasi 3 anni fa.

La novità, però consiste nel fatto che con tutte le modifiche al reddito di cittadinanza apportate dalla legge di bilancio, tale incentivo viene rafforzato, ma soprattutto semplificato e reso più agevole, anche se mancano ancora le solite disposizioni Inps. Ciò che emerge e che basterà inserire su base mensile l’incentivo sul flusso uniemens.

Reddito di cittadinanza 2022: taglio da 5 euro

Parliamo ora di tutte le novità del 2022 relative al Reddito di cittadinanza confermati dalla legge di bilancio 2022, in particolare su visite mensili ai Centri per l’impiego, più controlli e taglio di 5 euro a scalare della ricarica.

Iniziamo con l’aspetto più discusso della manovra ovvero la riduzione mensile del reddito di cittadinanza, il c.d. decalage che prevede un taglio di 5 euro a scalare per ciascun mese.

Il taglio sarà attivo a partire dalla ricarica del mese successivo a quello in cui viene rifiutata un’offerta di lavoro congrua su cui pure ci sono delle novità.

ATTENZIONE

Tale misura non sarà applicata se nel nucleo familiare si trova un soggetto con meno di 3 anni, una persona in stato di disabilità grave o non autosufficienza (come definiti dalle ISEE) oppure ti tratta di un nucleo familiare in cui tutti i membri sono esonerati o esclusi dagli obblighi lavorativi del reddito di cittadinanza.

In ultimo la decurtazione dei cinque euro non sarà applicata, nel caso in cui la ricarica mensile risulta più bassa di 300 euro ma moltiplicati per la scala di equivalenza del nucleo familiare.

In più la riduzione viene sospesa se un membro del nucleo familiare trova un’altra occupazione sia di tipo dipendente che autonomo per almeno un mese continuativo.

In tal caso il beneficio tornerà a essere calcolato normalmente sempre commisurato agli eventuali redditi, ma in caso di cessazione il taglio si riproporrà e, cosa ancora più importante, puo continuare se dovessimo fare richiesta di rinnovo rdc dopo il mese di sospensione.

Reddito di cittadinanza 2022: senza la Did niente RdC, ma non sempre!

Nella legge di bilancio 2022 trova conferma la norma che prevede che la domanda di reddito di cittadinanza equivale a tutti gli effetti a una dichiarazione di immediata disponibilità, che è tra gli obblighi dei beneficiari ed è necessaria all’attivazione.

In sostanza quando facciamo una domanda di reddito di cittadinanza questa viene trasmessa contemporaneamente a INPS, come domanda in quanto tale, e a ANAPAL come DID. Mentre una domanda che non presenta la Did è improcedibile.

Attenzione però questo aspetto non cancella i casi di esonero o esclusione dalla presentazione della Did che ti ricordo molto velocemente sono:

  • essere già occupati;
  • frequentare un regolare corso di studi;
  • essere beneficiari della pensione di cittadinanza o di una pensione diretta o comunque avere più di 65 anni;
  • essere in stato di disabilità.

Ovviamente gli esoneri non sono autodeterminati, ma devono essere riferiti e validati dal Centro per l’Impiego al primo colloquio. (TrendOnline)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)