Connect with us

Senza categoria

Assegno Temporaneo, ORA E’ UFFICIALE, INPS SBLOCCA TUTTO: ARRETRATI IN ARRIVO. ECCO LE NUOVE DATE, QUANDO ARRIVANO I VERSAMENTI

Pubblicato

il

assegno unico

ASSEGNO TEMPORANEO. Buone notizie per chi attende i pagamenti dell’Assegno unico temporaneo per i mesi di gennaio o febbraio 2022. In queste ore, infatti, sono iniziate alcune lavorazioni da parte dell’INPS.

Assegno unico temporaneo, come funziona e a chi spetta

L’assegno temporaneo (a volte chiamato anche assegno unico temporaneo), entrato in vigore il 1° luglio 2021 e valido fino a marzo 2022, spetta per i mesi di gennaio e febbraio 2022 a quelle famiglie che lo hanno già ricevuto nel corso del 2021. Il sussidio viene erogato per ogni figlio a carico, dal settimo mese di gravidanza e fino al compimento del 18esimo anno di età, se il nucleo familiare ha un ISEE inferiore ai 40mila euro e non riceve gli assegni al nucleo familiare (ANF).

Pagamento assegno unico assegno temporaneo: date e nuove lavorazioni

L’INPS, giorni fa, ha pubblicato una data di pagamento per l’assegno temporaneo: si tratta di giovedì 31 marzo 2022. In queste ore, come anticipato, sono iniziate nuove lavorazioni delle pratiche. Quindi, con l’inizio della prossima settimana, è prevista la diffusione di altri giorni di accredito.

Il pagamento dell’assegno temporaneo si può controllare online sul sito dell’INPS, accedendo con SPID, CIE o CNS all’area “Prestazioni e servizi”, digitando su “Assegno Temporaneo Figli Minori” ed esplorando la sezione “Consulta e gestisci le domande che hai presentato” o quella dedicata ai “Pagamenti“.

Assegno unico, elenco delle maggiorazioni

In questo articolo c’è la descrizione completa tutte le maggiorazioni previste; di seguito, invece, ci limiteremo a spiegarle in breve:

Per ogni figlio successivo al secondo spetta una maggiorazione che va da 15 a 85 euro, in base all’Isee;
Per figli con invalidità tra 18 e 21 anni spettano 80 euro aggiuntivi al mese. Sopra i 21 anni la maggiorazione oscilla tra 15 euro e 85 euro. Invece, per figli minorenni, spettano:

85 euro in caso di disabilità media;
95 euro in caso di disabilità grave;
105 euro in caso di non autosufficienza.

In caso entrambi i genitori abbiano reddito da lavoro spettano 30 euro in più al mese per Isee bassi. L’importo comincia a scendere dai 15.000 euro in poi fino ad azzerarsi alla soglia dei 40.000 euro;
Famiglie con più di tre figli avranno altri 100 euro al mese;

Le famiglie con meno di 25.000 euro di Isee che l’anno scorso percepivano ANF avranno un ulteriore bonus, di importo da definire, che andrà diminuendo di anno in anno fino al 2025, quando sparirà del tutto.

Assegno unico, come fare domanda

La domanda per l’assegno si può presentare:

  1. chiamando il Contact Center dell’Inps al 803 164(gratuito da rete
    fissa) al numero 06 164 164 (a pagamento da cellulare);
  2. facendofarelaproceduraaunCAFoaunpatronato;
  3. inoltrandolarichiestaautonomamentesulsitodell’Inps.

Assegno unico, domanda sul sito dell’Inps, procedura guidata

L’assegno unico si chiede da questa pagina con identità digitale (SPID, CNS o CIE) e poi si inseriscono le informazioni richieste:
1. Informazioni sui figli;
2. Datiperilpagamentodell’Assegno;
3. Dichiarazionidiresponsabilità;
4. Riepilogo dei dati inseriti;
5. Pulsante per l’invio definitivo della domanda.(THEWAM)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)