Connect with us

attualità

L’invito del Papa: “Oggi alle 17.00 consacriamo Russia e Ucraina al Cuore immacolato di Maria”. Cosa significa e edove seguire la diretta

Pubblicato

il

papa

Arriverà in ogni angolo del mondo la supplica alla Madonna per la pace in Ucraina e la consacrazione dell’umanità, in particolare di Russia e Ucraina, al Cuore Immacolato di Maria. L’umanità, “sfinita e stravolta” dalla guerra, ha bisogno di affidarsi alla Vergine e consacrarsi tramite lei a Cristo. Al termine dell’atto di consacrazione risuoneranno le campane della Basilica di San Pietro ad accompagnare l’invocazione alla Madre di Dio, in quanto tramite lei “si riversi sulla Terra la divina Misericordia e il dolce battito della pace torni a scandire le nostre giornate“.

Un appello quello di Papa Francesco affinché riporti l’armoni tra gli uomini e tra questi e Dio. “Disseta l’aridità del nostro cuore, tu che sei di speranza fontana vivace. Hai tessuto l’umanità a Gesù, fa’ di noi degli artigiani di comunione. Hai camminato sulle nostre strade, guidaci sui sentieri della pace“, recita la preghiera del Santo Padre. (agg. di Silvana Palazzo)

L’ATTO DI CONSACRAZIONE DI RUSSIA E UCRAINA AL CUORE DI MARIA: LA DIRETTA VIDEO STREAMING

Oggi 25 marzo 2022Festa dell’Annunciazione di Maria, la Chiesa con Papa Francesco promuoverà la Consacrazione di Russia e Ucraina al Cuore Immacolato di Maria: la decisione è stata presa nei giorni scorsi dal Santo Padre vedendo l’evolversi drammatico della guerra in atto tra Kiev e Mosca, prodromo di una possibile e catastrofica “terza guerra mondiale”.

La richiesta era giunta lo scorso 2 marzo in una lunga lettera ricevuta da Papa Francesco dai vescovi cattolici di rito latino dell’Ucraina: «In queste ore di incommensurabile dolore e di terribile calvario per il nostro popolo – scrivevano –, noi, vescovi della Conferenza episcopale dell’Ucraina, siamo portavoce della preghiera incessante e accorata, sostenuta dai nostri sacerdoti e dalle persone consacrate, che ci viene da tutto il popolo cristiano per la consacrazione della nostra Patria e della Russia». I prelati chiedevano infine «umilmente a vostra santità di compiere pubblicamente l’atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria dell’Ucraina e della Russia, come richiesto dalla Beata Vergine a Fatima». Questo il primo annuncio giunto dalla Sala Stampa della Santa Sede: «Venerdì 25 marzo, durante la Celebrazione della Penitenza che presiederà alle ore 17:00 nella Basilica di San PietroPapa Francesco consacrerà all’Immacolato Cuore di Maria la Russia e l’Ucraina. Lo stesso atto, lo stesso giorno, sarà compiuto a Fatima da Sua Eminenza il Cardinale Krajewski, Elemosiniere di Sua Santità, come inviato del Santo Padre». Sarà possibile seguire l’atto di consacrazione con la consueta diretta in video streaming dal canale YouTube di “Vatican News”, oltre che sulle principali reti all-news in tv e sulle piattaforme web.

L’ANNUNCIO DI PAPA FRANCESCO: “CONSACRO L’UCRAINA E LA RUSSIA AL CUORE DI MARIA PER LA PACE”

«Invito ogni comunità e ogni fedele a unirsi a me venerdì 25 marzo, Solennità dell’Annunciazione, nel compiere un solenne Atto di consacrazione dell’umanità, specialmente della Russia e dell’Ucraina, al Cuore immacolato di Maria, affinché Lei, la Regina della pace, ottenga al mondo la pace», questo è invece stato l’annuncio dato da Papa Francesco durante l’ultimo Angelus da Piazza San Pietro. Parlando di una «guerra ripugnante» e invocando la condanna totale sullo scontro e le bombe piovute contro i civili – «atto disumano e sacrilego» – il Pontefice denuncia la violenta aggressione dell’Ucraina: «un massacro insensato dove ogni giorno si ripetono scempi e atrocità. Non c’è giustificazione per questo! Supplico tutti gli attori della comunità internazionale perché si impegnino davvero nel far cessare questa guerra ripugnante».

Francesco pronuncerà la preghiera nel pomeriggio di oggi venerdì 25 marzo in Basilica di San Pietro, invitando però tutti i vescovi del mondo e rispettivi presbiteri «a unirsi a lui nella preghiera per la pace e nella consacrazione e affidamento della Russia e dell’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria», spiega ancora il direttore della Sala Stampa Matteo Bruni.

LA “SCIA” DI FATIMA E PERCHÈ OGGI L’URGENZA DELLA CONSACRAZIONE DI RUSSIA E UCRAINA AL CUORE DI MARIA

In attesa della diretta video con la consacrazione di Russia e Ucraina, è interessante rilevare che la prima volta si è udito un invito del genere era addirittura il 13 luglio 1917: luogo Fatima, la Madonna appare ai tre pastorelli portoghesi e li avvisa delle tragedie che avrebbero poi colpito il Novecento con i famosi “tre segreti”. Già quel giorno però la Madre di Dio aveva chiesto la consacrazione della Russia al suo Cuore immacolato, affermando che, «qualora non fosse stata accolta questa richiesta, la Russia avrebbe diffuso i suoi errori per il mondo, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa. I buoni – aveva aggiunto la Madonna – saranno martirizzati, il Santo Padre avrà molto da soffrire, varie nazioni saranno distrutte».

In termini ecclesiastici, l’atto di consacrazione intende il rituale nel quale si pone un oggetto, una persona, una comunità al servizio di Dio: nello specifico, parlare di atto di consacrazione della Russia e dell’Ucraina prende spunto proprio dalle apparizioni della Madonna a Fatima nel 1917. Come ha spiegato l’Arcivescovo Mieczysław Mokrzycki di Lviv (Leopoli) in una intervista ad Aci Group, «Siamo molto felici del fatto che il Santo Padre abbia risposto positivamente alla richiesta dei Vescovi della Chiesa cattolica latina, di tutti i suoi sacerdoti e di tutto il suo popolo»: non solo, ravvisa il prelato già segretario di San Giovanni Paolo II, il momento è solenne e grave per ripetere l’atto. «Chiamiamo tutti i cristiani in Ucraina a partecipare a questa novena e saremmo molto grati se l’intera Chiesa nel mondo si unisse a noi in preghiera per questa intenzione», conclude il vescovo di Leopoli, «la Madonna di Fatima nel 1917 disse che alla consacrazione sarebbe seguito un tempo di pace. Quel tempo di pace è finito ora, quindi dobbiamo ripetere l’atto di consacrazione di Russia e Ucraina».
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)