Connect with us

Senza categoria

INPS, ARRIVA IL NUOVO BONUS PER TUTTI: FINO A 750 EURO SENZA ISEE. Ecco cos’è e come fare la richiesta

Pubblicato

il

bonus

Nuovo bonus a tutti in partenza: a partire da aprile, si potranno ottenere fino a 750 euro, senza limiti di ISEE e senza presentare alcuna informazione sulla propria situazione reddituale.

Tra i numerosi bonus 2022 concessi a tutti, infatti, il Governo attuale ed il suo presidente Mario Draghi hanno inserito una nuova agevolazione.

Si chiama bonus mobilità e, come detto, potrà essere ottenuto senza limiti di reddito familiare.

Il nuovo bonus senza ISEE sarà ben diverso dal vecchio bonus mobilità, concesso nel 2020 per agevolare gli acquisti di bici e monopattini elettrici.

Ma lo analizzeremo nel dettaglio in questo articolo, dove scopriremo con esattezza in cosa consiste, quali requisiti rispettare e come accedere al nuovo bonus mobilità da 750 euro.

Bonus mobilità 2022: differenze con la vecchia agevolazione

Anche per il 2022, dunque, il Governo ha deciso di concedere un bonus a tutti, al fine di promuovere la mobilità sostenibile.

Il bonus mobilità, infatti, verrà concesso agli italiani che, in qualche modo, abbiano deciso di utilizzare mezzi green.

E questa è una delle poche cose che i due bonus, quello mobilità 2022 e il vecchio bonus bici e monopattini, hanno in comune.

Infatti, il nuovo bonus senza ISEE è ben diverso: non si limiterà ad agevolare gli acquisti di nuove bici, monopattini elettrici ed e-bike.

L’agevolazione che è stata attivata quest’anno, in effetti, si rivolgerà sia a chi ha acquistato questo genere di mezzo, sia a coloro che hanno deciso di optare per servizi di sharing di mezzi.

Infine, avranno diritto al bonus mobilità 2022 anche tutti coloro che hanno acquistato un abbonamento per i mezzi pubblici.

Anche optare per i mezzi pubblici, infatti, rappresenta una scelta sostenibile

Bonus per tutti: niente sconti o accrediti, ma …

Ma la differenza più importante tra il bonus mobilità 2022 ed il vecchio bonus bici e monopattini elettrici è che l’agevolazione 2022 verrà concessa in modalità differenti.

Ricordiamo, infatti, che il bonus bici e monopattini ha concesso un vero e proprio sconto sui nuovi acquisti.

Ai partecipanti al famosissimo click day legato al bonus bici e monopattini è stato fornito un voucher, da utilizzare per l’acquisto di un mezzo a scelta tra una bici, un monopattino elettrico o una e-bike.

Purtroppo, quest’anno il bonus ha cambiato totalmente volto. Il bonus mobilità 2022, infatti, verrà concesso in forma di credito d’imposta. Verrà cioè erogato in sede di dichiarazione dei redditi, permettendo di risparmiare sulle tasse 2022.

Al momento di pagare le tasse, gli importi spettanti ottenuti grazie a questo bonus per tutti verranno scalati dalle tasse da pagare.

In altre parole, questo bonus senza ISEE non concede uno sconto sull’acquisto di un nuovo mezzo, ma uno sconto sulle tasse che il beneficiario dovrà pagare.

Dunque, purtroppo, molti lettori che speravano di poter ricevere uno sconto al momento dell’acquisto di un mezzo sostenibile rischiano di restare delusi.

Ma niente paura: a breve verranno attivati i nuovi ecoincentivi auto. Se, dunque, si ha intenzione di passare a mezzi sostenibili, si potrà optare per questo nuovo bonus, anch’esso senza ISEE.

Ancora attivi, inoltre, gli incentivi per l’acquisto di moto elettriche e mezzi di cilindrata non superiore ai 50cc. Ce ne parla Moto.it nel seguente video YouTube.

Bonus per tutti da 750 euro: requisiti richiesti

Passiamo adesso all’analisi dei requisiti richiesti per poter accedere a questa nuova agevolazione. Infatti, pur trattandosi di un bonus senza ISEE e anche se è accessibile a tutti, ovviamente sono richiesti alcuni requisiti.

Il mancato rispetto di una delle richieste previste dalla normativa porta all’esclusione dalla percezione di questo bonus per tutti.

Come già detto, lo sconto sulle tasse da pagare sarà pari ad un massimo di 750 euro. Per ottenerli, però, sarà necessario di aver sostenuto almeno una tra le seguenti spese:

  • acquisto di una bici, un’e-bike o un monopattino;
  • sottoscrizione di un abbonamento a mezzi pubblici;
  • fruizione (e relativo pagamento) di servizi di sharing di mezzi ecosostenibili.

Il bonus mobilità 2022 è infatti riservato a coloro che, nel periodo compreso tra il 1° agosto 2020 ed il 31 dicembre 2020, abbiano sostenuto una delle spese sopracitate.

Questo nuovo bonus è dunque retroattivo, nel senso che consente di avere un’agevolazione su spese che sono già state saldate. Per l’appunto, il saldo deve essere avvenuto entro le date di cui sopra.

Non si potrà accedere al bonus mobilità 2022 per spese sostenute nel 2021: probabilmente, l’agevolazione delle spese green effettuate lo scorso anno arriverà nei prossimi mesi, se il bonus mobilità verrà nuovamente confermato.

Infine, c’è un ultimo requisito che deve essere necessariamente rispettato per poter avere diritto a questo nuovo bonus per tutti. Per l’accesso, infatti, viene richiesta la rottamazione di un vecchio veicolo.

Nuovo bonus senza ISEE da 750 euro: la questione della rottamazione

Analizziamo dettagliatamente la questione della rottamazione legata al bonus mobilità 2022. Infatti, aver acquistato un mezzo sostenibile o pagato servizi di sharing o abbonamenti ai mezzi pubblici non basta.

Per poter avere diritto alla detrazione fiscale da 750 euro, viene richiesta anche la rottamazione di un veicolo inquinante.

Infatti, come chiarito espressamente dalla normativa, l’agevolazione conferirà un massimo di 750 euro, in forma di credito d’imposta, soltanto nel caso in cui si sia consegnato un veicolo per la rottamazione.

Tale consegna deve essere avvenuta nel periodo già citato, ossia tra il 1° agosto 2020 ed il 31 dicembre 2020, “contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km”.

Il veicolo rottamato, poi, deve essere di categoria M1 e ad alte emissioni inquinanti.

Bonus da 750 euro senza ISEE: come si richiede la detrazione?

Prima di avviarci alla conclusione di questo articolo, cerchiamo di capire quali saranno le esatte modalità di richiesta del bonus mobilità 2022.

Il credito d’imposta, oltre che la relativa gestione dell’agevolazione, è di pertinenza dell’Agenzia delle Entrata. Sarà all’Agenzia, infatti, che questo bonus senza ISEE dovrà essere richiesto.

Come già chiarito dall’Agenzia nel comunicato stampa del 28 gennaio 2022, le comunicazioni potranno iniziare dalla data del 13 aprile 2022.

Dunque, il bonus mobilità prenderà avvio proprio il prossimo 13 aprile.

I contribuenti avranno un mese esatto per indicare all’Agenzia delle Entrate quali sono state esattamente le spese sostenute e relative alla mobilità green. Si tratta, in sostanza, delle spese di cui abbiamo già ampiamente discusso nel corso dell’articolo.

Tale comunicazione, che può essere inviata sfruttando i servizi web del sito ufficiale Agenzia delle Entrate, può essere inoltrata entro la data del 13 maggio 2022.

Trascorsi dieci giorni da tale data di scadenza, l’Agenzia comunicherà agli aventi diritto l’ammontare totale del bonus mobilità 2022.

Sono stati infatti stanziati 5 milioni di euro per sostenere la misura, e non sappiamo ancora quante saranno con esattezza le domande inoltrate.

In base al numero di domande inviate per ricevere questo bonus per tutti, l’Agenzia calcolerà il credito d’imposta spettante ai beneficiari, che potrà essere fruito alla successiva dichiarazione dei redditi.

Il bonus mobilità 2022, infatti, deve essere sfruttato entro e non oltre il corrente anno di imposta 2022. Fonte: Trend Online
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)