Connect with us

Senza categoria

INPS, PAGAMENTI IN ARRIVO: IL CALENDARIO COMPLETO. RdC, Pensioni, Assegno Unico e NASpI. TUTTE LE DATE DA SEGNARE

Pubblicato

il

INPS

Eccoci con la nostra consueta rubrica dei pagamenti dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale relativi al mese di aprile 2022.

Tante novità dietro l’angolo e tanti versamenti in arrivo. In questi ultimi giorni di marzo, l’INPS provvederà ad erogare gli ultimi sostegni, tra cui la coda del Reddito di Cittadinanza e il bonus bebè, il cui accredito è previsto per il 28 marzo.

Andiamo subito ad osservare nel dettaglio quali saranno i pagamenti dell’Istituto del mese di aprile.

INPS, la Social Card non verrà accreditata a marzo 2022

La social card non sarà accreditata nel mese di marzo. L’accredito viene effettuato bimestralmente dall’INPS, l’istituto nazionale per la previdenza sociale, per un totale di 80€ (40 € per ciascun mese).

L’ultima ricarica, infatti, è stata effettuata all’inizio del mese di marzo e il prossimo versamento arriverà con il mese di maggio 2022 e riguarderà maggio e giugno.

La social card è una carta che può essere richiesta da tutti i cittadini con 65 o più anni, o tutti i cittadini che risultano essere tutori legali di bambini di tre anni o meno che versano in particolari situazioni di disagio economico, con ISEE inferiori di 7.200€

Nel prossimo mese di maggio la ricarica verrà effettuata dall’INPS nei primi 10 giorni del mese.

INPS, la ricarica della NASpI la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego

La Nuova Assicurazione Sociale per l’impiego verrà, come di consueto, accreditata nei primi 15 giorni del mese di aprile. È probabile che, come per il mese di marzo, gli accrediti partano da giovedì 7 aprile e che continuino nelle giornate successive.

Gli accrediti NASpI, infatti, vengono effettuati per flussi di pagamenti e, per questo motivo, è sempre bene controllare il vostro fascicolo previdenziale elettronico con le vostre identità di tipo digitale, come la CIE, lo SPID e la CNS per scoprire quando INPS provvederà a versarvi l’accredito.

Da gennaio 2022, inoltre, ricordiamo che l’istituto per la previdenza sociale ha iniziato a riapplicare agli accrediti il décalage del 3% sugli importi, riduzione che era stata bloccata per il periodo luglio-dicembre 2021 con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto-legge 25 maggio 2021 (Sostegni Bis).

“L’articolo 38 del decreto Sostegni bis (decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73) prevede che, dal 1° giugno al 31 dicembre 2021, non debbano essere operate ulteriori riduzioni mensili del 3% sulle indennità di disoccupazione NASpI. Il meccanismo di riduzione della prestazione troverà nuovamente piena applicazione a decorrere dal 1° gennaio 2022.”

Inoltre, segnaliamo che da domani 28 febbraio 2022 inizieranno ad arrivare i pagamenti più “ritardatari”, così come li definisce Mr LuL nel suo video, della NASpI.

INPS i due accrediti di Reddito di Cittadinanza di metà mese e di fine mese

Segnatevi sul calendario queste due date: venerdì 15 aprile 2022 e mercoledì 27 aprile 2022. In queste due date arriveranno tutti gli accrediti del reddito di cittadinanza INPS.

Nella data del 15 verranno pagate tutte le prestazioni richieste per la prima volta nel mese di marzo 2022tutti i rinnovi a chi ha smesso di percepire il RdC a febbraio 2022 e ha chiesto il rinnovo il mese di marzo, il famoso mese di “stop”.

Infine, verranno versati tutti gli arretrati a chi, per qualche motivo, si è visto bloccare il RdC a marzo.

Nella data del 27 aprile, invece, verranno versate dall’INPS i pagamenti di Reddito di Cittadinanza ordinario e delle Pensioni di Cittadinanza per gli over 65 in difficoltà economica.

INPS, arriva l’Assegno Unico figli per RdC e non

Controllate il vostro fascicolo previdenziale, poiché anche in questa settimana continueranno ad essere effettuati gli accrediti dell’Assegno Unico e Universale su domanda, dunque, non ad integrazione del RdC.

INPS aveva spiegato ad inizio anno che per tutti coloro che presentavano le domande per l’Assegno Unico entro il 28 febbraio 2022, gli accrediti sarebbero stati fatti dal 15 al 21 marzo, mentre per tutti gli altri, l’istituto avrebbe continuato nelle giornate seguenti.

Insomma, se avete inviato la domanda per l’assegno unico nella prima settimana di marzo, date uno sguardo al vostro fascicolo previdenziale online, poiché INPS continuerà proprio da domani con i versamenti.

Abbiamo date anche per venerdì 1° aprile 2022, oltre che per il 6 aprile. Per i percettori di reddito di cittadinanza, invece, che ricordiamo, non dovranno inoltrare alcuna domanda all’Istituto previdenziale, gli accrediti verranno fatti sempre in concomitanza delle ricariche del 15 e del 27.

Sempre da domani, inoltre, arriveranno alcune integrazioni “ritardatarie” del mese di febbraio, proprio per percettori della misura Pentastellata. Queste, però saranno integrazioni relative al mese di febbraio 2022 dell’Assegno Temporaneo.

INPS il bonus bebè e il Bonus Irpef da 100 euro

Domani INPS continuerà ad accreditare la misura, ormai abrogata, del Bonus Bebè (Assegno di Natalità) e continuerà fino a fine mese.

La misura per i neonati o neo-arrivati nella famiglia adottiva, pagata per tutto il primo anno della nascita o adozione, non viene più pagata dal 1° marzo 2022, con l’entrata in vigore dell’Assegno Unico e Universale.

Insieme al bonus bebè sono stati sostituiti il Bonus Mamma domani da 800 euro, anche se sarà pagato a tutte coloro che hanno partorito o adottato e richiesto il bonus all’INPS entro il 28 febbraio 2022, gli Assegni al Nucleo Familiare e le detrazioni per figli a carico fino ai 21 anni.

Il Bonus Irpef in ritardo continuerà ad essere pagato dall’INPS anche in questi ultimi giorni del mese di marzo, mentre ad aprile arriverà sempre nella seconda metà del mese, dal 15 in poi.

Ricordiamo che per quest’anno i limiti massimi di reddito sono stati abbassati con l’approvazione della Legge di Bilancio 2022 e da 28 mila euro si è passati ad un limite di 15 mila euro.

Il Bonus viene anche denominato “ex Bonus Renzi” perché è stato introdotto sotto il Governo Renzi, con la Legge di Stabilità.

INPS, le pensioni del mese di aprile 2022

Passiamo, ora, alle pensioni del mese di aprile 2022 che, dopo la scadenza dello Stato di Emergenza, saranno pagate con il metodo pre-pandemia.

Fino a marzo 2022, infatti, le pensioni sono state pagate da INPS e distribuite in giorni differenti sulla base dei cognomi degli intestatari dei trattamenti, durante l’ultima settimana del mese precedente a quello di competenza, presso gli uffici di Poste Italiane.

Ora, tutti coloro che possiedono un Libretto di Risparmio, un Conto Banco Posta, una Postepay Evolution continueranno a ricevere la propria pensione durante la prima giornata del mese di competenza: venerdì 1° aprile.

Invece, per i titolari di Carta Postamat, Carta Libretto, Postepay Evolution potranno prelevare la pensione negli ATM postamat presenti sul territorio nazionale, senza recarsi allo sportello delle poste.

Infine, tutti i soggetti che dovranno recarsi alle poste per ritirare la propria pensione in contanti, scrive Poste Italiane:

“potranno presentarsi in uno dei 12.800 uffici postali su tutto il territorio nazionale tra il 1° e il 6 aprile, preferibilmente secondo la turnazione alfabetica fissa all’esterno di ciascun ufficio postale.”

Ricordiamo il calendario di Mr LuL pubblicato nel suo video:

  • venerdì 1° aprile 2022 – dalla A alla C
  • sabato mattina 2 aprile 2022 – dalla D alla G
  • lunedì 4 aprile 2022 – dalla H alla M
  • martedì 5 aprile 2022 – dalla N alla R
  • mercoledì 6 aprile 2022 – dalla S alla Z

Vi consigliamo, in ogni caso, di informarvi sulle giornate di ritiro delle pensioni, nel vostro ufficio postale di riferimento o domandare a INPS. Fonte: Trend Online
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)