Russia: incendi in Siberia, cinque morti e oltre 200 edifici in fiamme

RUSSIA (SIBERIA). Almeno cinque persone sono morte e oltre 200 edifici hanno preso fuoco a causa di incendi che hanno colpito il territorio di Krasnoyarsk, in Siberia. Lo riporta l’agenzia Tass. Nella zona, nota tra l’altro per la lavorazione del legno, sono andate a fuoco diverse segherie industriali, ma anche un asilo e molti palazzi, ha riferito il ministero per le situazioni di emergenza della regione.

Incendi causati da cortocircuiti a linee elettriche I forti venti che hanno colpito il Territorio di Krasnoyarsk hanno danneggiato diverse linee elettriche e provocato dei cortocircuiti che sarebbero la causa dei vasti incendi in corso nell’area. E’ quanto riferito dal portavoce della regione russa, Sergej Zjblev, secondo cui proprio a causa dei forti venti e dei roghi il governatore Aleksandr Uss ha deciso di proclamare lo stato di emergenza.

Nelle zone dove sono in corso gli incendi si stanno allestendo centri di accoglienza temporanea per i cittadini e si sta proseguendo l’attività di evacuazione delle persone nelle aree più a rischio. In precedenza, il ministero per le situazioni di emergenza ha riferito che circa 200 edifici, diverse segherie e un asilo nido sono stati avvolti dalle fiamme e cinque persone sono morte.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

ARTICOLI CORRELATI

Archivio