Connect with us

economia

BONUS 200 euro per tutti IN ARRIVO: ecco a chi sarà accreditato a giugno e a chi a luglio. Tutte le novità e le date dei PAGAMENTI

Pubblicato

il

bonus

BONUS. Il bonus 200 euro, come sapete, è un contributo una tantum riconosciuto a 28 milioni di italiani. Tra loro ci sono lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati (con un reddito che non deve superare i 35mila euro lordi). Il contributo è stato esteso anche a disoccupati che percepiscono la Naspi o l’assegno di disoccupazione, stagionali, colf e a chi riceve il reddito di cittadinanza.

Bonus 200 euro: pensionati, dipendenti e Rdc

La bozza del decreto Aiuti, quello che dispone appunto anche il bonus 200 euro, chiarisce anche in via definitiva quando e a chi verrà erogato questo contributo.

Bonus 200 euro: come verranno erogati

Vediamo anche come:

  • i pensionati lo riceveranno tramite l’Inps; i lavoratori dipendenti in busta paga;
  • i precettori del reddito di cittadinanza lo avranno direttamente sulla card.

Bonus 200 euro: autonomi

Per i lavoratori autonomi è stata istituito un fondo speciale. Non è ancora chiara la modalità di erogazione del contributo. L’ipotesi più probabile – i decreti attuativi si stanno ultimando proprio in queste ore – è quella di utilizzare lo stesso sistema già adottato per la distribuzione dei contributi che sono stati erogati durante l’emergenza covid. Potrebbe essere indispensabile un decreto del ministero del Lavoro. Ma comunque non si andrà oltre luglio.

Bonus 200 euro: aggiustamenti tecnici

La bozza è ora sul tavolo del governo per quelli che vengono definiti «aggiustamenti tecnici». Il che significa che potrebbero essere effettuate delle piccole modifiche, ma il quadro sostanziale delle misure dovrebbe restare inalterato.

La risorse messe a disposizione dal governo per l’intero pacchetto compreso nel decreto Aiuti è di 14 miliardi, la cifra potrebbe essere rivista al rialzo.

I dettagli da limare riguardano in particolare due provvedimenti:

il bonus 200 euro, appunto;
e qualche modifica al Superbonus 110%.

L’ampliamento della platea dei beneficiari (all’inizio erano inseriti nella norma solo i lavoratori dipendenti e autonomi e i pensionati) è stato deciso dopo un intervento del ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e del gruppo parlamentare del Movimento 5Stelle.

Bonus 200 euro: bonus trasporti

Tra le altre misure, all’interno del decreto Aiuti, è stato inserito anche il bonus di 60 euro per il 2022 a favore di studenti e lavoratori che acquistano abbonamenti di bus, treni e metro (il trasporto locale). Ma anche in questo caso c’è un limite di reddito, che è stato fissato a 35mila euro lordi l’anno.

Bonus 200 euro: calcolo redditi

Per il calcolo dei redditi (che, lo ricordiamo, è determinante anche per il bonus 200 euro) vanno esclusi questi redditi per rientrare nel limite dei 35mila euro:

  • rendita casa di abitazione e relative pertinenze;
  • trattamenti di fine rapporto;
  • emolumenti arretrati sottoposti a tassazione separata; ANF, assegni familiari e assegno unico universale;
  • assegni di guerra, indennizzi da vaccinazione o trasfusione; indennità di accompagnamento.

I 200 euro erogati non andranno comunque a incidere sull’Isee, si tratta quindi di una cifra fiscalmente esente (come in genere tutte le misure assistenziali).

Il bonus 200 euro è stato deciso dal governo per tentare di far fronte, almeno in parte, alle difficoltà dei cittadini dopo l’aumento del costo dei carburanti, degli alimenti di prima necessità e di conseguenza della svalutazione complessiva.
Confermato ovviamente anche lo sconto in bolletta (luce e gas) del 25% per le famiglie con un reddito Isee basso (fino a 15mila euro, fino a 20mila euro per le famiglie numerose). Sarà in vigore fino a settembre. (TheWam)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)