Connect with us

Guerra Ucraina

Ultim’ora. Cadaveri dei soldati russi abbandonati: l’orrore nei vagoni freezer. Putin imporrà la legge marziale

Pubblicato

il

Ucraina

“La guerra sarà estenuante, Russia potrebbe usare armi nucleari”

GUERRA UCRAINA. Decine di cadaveri lasciati ammassati in un vagone freezer, altri in strada: le autorità ucraine accusano le truppe di Mosca di aver lasciato i propri morti nelle zone che avevano occupato, senza preoccuparsi né di seppellirli, né di riportarli in patria. Nella precipitosa ritirata dai territori occupati nella prima fase della guerra, l’esercito russo ha preferito abbandonare i propri caduti.

L’orrore nei vagoni freezer

Tra i deceduti c’era anche chi operava dagli aerei e faceva parte dei paracadutisti come mostrano alcuni loghi attaccati sull’uniforme militare. In altri sono stati trovati addosso dei gioielli probabilmente trafugati durante la guerra.

Ormai sono morti e non si può far loro un processo ma la cosa più triste è che Mosca non li rivuole indietro. “Gli ucraini hanno trattato i morti dei nemici meglio di come hanno loro hanno trattato i civili. Saranno tenuti finché sarà necessario. Deciderà il governo perché la Russia si rifiuta di prenderli. Non li vuole. Ogni corpo è una prova di un crimine di guerra. Così se rifiutano di prenderli, l’Ucraina li seppellirà a proprie spese”, ha affermato un colonnello dell’esercito ucraino, Volodymyr Liamzin.

In poche ore il servzio di Al Jazeera ha fatto il giro del mondo grazie anche alla condivisione su Youtube: le immagini sono fortissime e non censurate, se ne consiglia la visione soltanto ad un pubblico adulto. Il filmato mostra mani e piedi ormai senza vita, poi lo zoom va su uno stemma russo ma la cosa più spaventosa è questa schiera di soldati russi tutti all’interno di questi sacchi bianchi dentro al vagone. Oltre alle informazioni dalla zona di Kiev, le agenzie di tutto il mondo hanno fatto sapere che la stessa situazione c’è nella regione di Kharkiv, con decine di cadaveri russi abbandonati sul campo di guerra e all’interno delle case dei villaggi liberati dai soldati ucraini.

I corpi lungo le strade

È stato il capo dell’amministrazione militare regionale ucraino, Oleg Sinegubov, che su Telegram ha annunciato questi ritrovamenti. “Troviamo i loro corpi per le strade, nelle case, non sono stati nemmeno sepolti, li hanno lasciati nelle discariche. Quando si ritirano, non prendono i corpi dei loro soldati. Ciò testimonia ancora una volta la loro etica, i principi e le regole di guerra”, ha affermato Sinegubov.

Il capo della regione di Kharkiv ha ricordato ai giornalisti che sono in vigore e andrebbero rispettate le regole internazionali per il trasferimento dei corpi dei caduti in guerra. “L’Ucraina non viola questi requisiti e, se ci sono richieste dalla Russia, verranno prese le misure necessarie dai ministeri competenti e dall’Ufficio del Presidente”, ha sottolineato. Come risponderà Mosca a queste immagini?

“Mentre la Russia sfila sulla Piazza Rossa, migliaia di suoi soldati morti sono ammucchiati in sacchi su treni frigorifero”: lo ha scritto su Twitter Anton Gerashchenko, consigliere del ministro degli Interni ucraino, citando il servizio di Al Jazeera English. “I russi si rifiutano di prenderli, così l’Ucraina potrebbe anche doverli seppellire a spese proprie”.

Putin imporrà la legge marziale, pronto a una escalation

Lo ha detto la direttrice dell’Intelligence Usa, Avril Haines, ribadendo che la situazione di stallo nelle operazioni militari in Ucraina potrebbe indurre Putin a riorganizzare le risorse e a una escalation delle azioni militari. (IlGiornale)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)