Connect with us

Guerra Ucraina

Ultim’ora Ucraina, acciaieria Azovstal in fiamme. Missili vicino Zaporizhzhia

Pubblicato

il

Ucraina

GUERRA UCRAINA. I carri armati russi stringono l’assedio sulla martoriata acciaieria Azovstal di Mariupol mentre Vladimir Putin è già pronto a prendersi Kherson. Potenti esplosioni sono state segnalate stasera a Mykolaiv.

Kiev: “Un blitz causerebbe molti morti”. Mosca: “Evitare la guerra in Europa ma basta dominio Usa”. Si torna a parlare di negoziati, ma la svolta non arriva. Diciotto missili sono stati lanciati contro l’area urbana di Komyshuvakha, nella regione di Zaporizhzhia.

Assedio acciaieria

I carri armati russi stringono l’assedio sulla martoriata acciaieria Azovstal di Mariupol. Il governo della regione meridionale di Kherson chiederà al presidente russo Vladimir Putin di renderla parte della Federazione russa. Lo ha affermato il vice capo dell’amministrazione Kirill Stremousov citato dalla Tass. Potenti esplosioni sono state segnalate stasera a Mykolaiv.

Diciotto missili sono stati lanciati contro l’area urbana di Komyshuvakha, nella regione di Zaporizhzhia. Intanto il presidente Volodymyr Zelensky ha avvertito che Kiev sta esaurendo la pazienza per tenere negoziati con la Russia, date le crescenti prove di forza e atrocità commesse dalle forze russe.

“Siamo pronti a condurre questi negoziati, questi colloqui, purché non sia troppo tardi”, ha affermato. Londra, intanto, sosterrà la Svezia e la Finlandia in caso di attacco, secondo Boris Johnson intervenuto nel dibattito sull’opportunità che le due nazioni scandinave aderiscano alla Nato. Draghi avverte: “Bisogna costruire la pace, imporla sarebbe un disastro, Stati Uniti e Russia si siedano a un tavolo per dialogare”.

Il ministro degli Esteri russo Lavrov

Ha affermato invece che il Cremlino non vuole una guerra in Europa e spera che un proprio successo militare “costringerà l’Occidente a smettere di spingere per un cosiddetto ordine mondiale unipolare dominato dagli Usa e dai suoi alleati”.

La Camera Usa ha approvato a stragrande maggioranza il nuovo pacchetto di aiuti – militari, economici e umanitari – all’Ucraina da 40 miliardi di dollari proposto dal presidente americano Joe Biden. I nuovi finanziamenti sono passati con 368 voti contro 57 e probabilmente sarà approvato dal Senato entro la fine della settimana.(Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)