Connect with us

New York

Usa, strage in un supermercato a Buffalo: almeno 10 morti. Fermato un 18enne suprematista bianco

Pubblicato

il

Usa

USA. È di almeno 10 morti e di tre feriti il bilancio provvisorio di una sparatoria in un supermercato di Buffalo, nello Stato di New York. Ad aprire il fuoco è stato un ragazzo di 18 anni, Payton Gendron, in tuta mimetica, giubbotto antiproiettili e armato con un fucile semiautomatico. Il giovane, che ha effettuato una diretta social dell’attacco, suprematista bianco, è stato fermato dagli agenti. “La popolazione bianca diminuisce”, ha scritto in un suo manifesto cospirazionista dove compare anche il simbolo del “Sole nero”, usato anche nell’emblema del battaglione Azov fino al 2015.

Gendron ha infatti postato un manifesto in cui si identifica come un suprematista bianco e antisemita, seguace delle teorie secondo cui si vuole sostituire i bianchi con altre razze.

L’Fbi indaga per crimine d’odio ed estremismo razzista – L’Fbi sta indagando sulle strage come crimine d’odio e motivati da un violento estremismo razzista. È quanto emerge dalla conferenza stampa della polizia.

Il bilancio dell’incidente al Tops Friendly Market su Jefferson Avenue poteva essere anche peggiore considerato che è avvenuto di sabato pomeriggio, quando il supermercato era pieno. “L’ho visto entrare e iniziare a sparare”, riferisce un testimone. “Poi è uscito, ha riposto la sua arma, si è inginocchiato consegnandosi alla polizia”, aggiunge un altro testimone.

Usa – “Stiamo monitorando la situazione”

Afferma la governatrice di New York, Kathy Hochul, originaria proprio di Buffalo. L’area è presidiata da Swat e anche dagli agenti dell’Fbi, che stanno passando interrogando i testimoni e passando in rassegna tutti i video disponibili girati dai presenti, e avviato le indagini sul ragazzo. Probabilmente la scelta del supermercato non è stata casuale, visto che si trova in un’area a maggioranza afroamericana.

Biden informato della strage – Il presidente Joe Biden è stato subito informato della sparatoria al supermercato di Buffalo e “continuerà a ricevere aggiornamenti” nelle prossime ore. Lo afferma la portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre.

Il killer: “La popolazione bianca diminuisce”

Nel video trasmesso dall’assassino su Twitch, una piattaforma per il live streaming, si vedono scene raccapriccianti, tra cui una donna che viene colpita alla testa mentre esce dal supermarket. Il killer, aggiungono i media locali, aveva messo online un manifesto suprematista e cospirazionista di 106 pagine in cui tra le altre cose affermava: “Voglio che capiate una sola cosa da questo scritto. Devono cambiare i tassi di natalità dei bianchi. La popolazione bianca diminuisce. Per mantenere la sua popolazione bisogna arrivare a un tasso di fertilità… che nell’Occidente dev’essere di circa 2.06 figli per donna”.

Non è la prima volta che Payton Gendron finisce nel mirino delle autorità. Già in passato infatti era stato sotto indagine per minacce. Era il giugno del 2021 quando il suo liceo allertò la polizia in merito a un “ragazzo problematico che diceva di voler fare una sparatoria alla cerimonia di diploma o successivamente”, riferiscono alcun fonti al Buffalo News. Gendron è della contea di Broome, nello stato di New York, e ha studiato per un periodo breve al Suny Broome Community College.

Nel marzo del 2021 si era registrata l’ultima strage in un supermercato, quella di Boulder, in Colorado, dove persero la vita dieci persone.(Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)