Connect with us

Gossip

Guendalina Tavassi, l’ex marito Umberto d’Aponte esce dal carcere. Parla la sorella di lui

Pubblicato

il

guendalina

Umberto D’Aponte, ex marito di Guendalina Tavassi, è uscito dal carcere. “Adesso lui è a casa e per noi è questo quello che conta, che sia nei suoi affetti. Ho paura di dirlo ad alta voce ma sono felice” ha detto Mary, sorella dell’uomo che per nove anni è stato accanto a Guendalina Tavassi, oggi concorrente dell’Isola dei Famosi, da cui ha avuto due figli, Chloe e Salvatore, nati rispettivamente nel 2013 e nel 2016.

La faccenda è piuttosto delicata: l’uomo è finito in galera lo scorso febbraio, in seguito alla denuncia di maltrattamenti da parte della ex compagna che ha raccontato di averlo voluto fare anche per proteggere i suoi figli, testimoni di alcune scene di violenza. Oggi la concorrente è fidanzata con Federico Perna, manager nel settore della ristorazione, proprio come D’Aponte.  Ora non si sa se la produzione del reality di Canale 5 abbia avvisato Guendalina della novità inerente all’ex compagno oppure no: stasera una nuova puntata dell’Isola durante la quale si saprà se l’episodio verrà o meno affrontato in diretta tv con la concorrente.

Due vicende delicate hanno riguardato la vita di Guendalina Tavassi negli ultimi anni.

Alla fine del 2020, in particolare, la showgirl ha annunciato che il suo account icloud era stato violato e che dentro erano contenuti anche video intimi realizzati per il marito Umberto. In quell’occasione, il suo avvocato Leonardo D’Erasmo parlò di revenge porn.
E’ più recente invece la controversia col marito Umberto D’Aponte. L’uomo si troverebbe ancora in carcere: “Sono stata aggredita ancora, sotto gli occhi di mio figlio. I bambini sono traumatizzati”, ha dichiarato ad inizio 2022.

E ancora, via Instagram ha confessato: “Mi ritrovo a dovervi spiegare le cose perché altre persone, che non c’entrano nulla, si mettono in mezzo a parlare. Io parlo per tutelare i bambini, che sono stati sempre presenti anche all’ultima aggressione, premeditata, avvenuta da due persone dentro una macchina davanti agli occhi di mio figlio Sasy, che implorava di fermarsi”.
D’Aponte, dal canto suo, ha sempre ribattuto dicendo di non averle mai messo le mani addosso. Fonte: Today
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)