Connect with us

Senza categoria

Arretrati Assegno Unico, I PAGAMENTI SONO FINALMENTE REALTA’. L’Inps sta già pagando, ecco le date e tutte le novità

Pubblicato

il

Assegno Unico

L’assegno unico universale per i figli è operativo da marzo e l’Inps sta già effettuando mensilmente i pagamenti. Finora sono 7,5 milioni le domande pervenute per via telematica, ma all’appello ne mancherebbero ancora 3 milioni circa.

Secondo i dati Inps, sono infatti 10,5 i nuclei familiari in Italia che avrebbero diritto all’assegno unico per i figli. Ovviamente non c’è una scadenza per presentare richiesta, ma se la si fa entro il 30 giugno si ha diritto anche agli arretrati.

Assegno unico per i figli, domanda e arretrati

La domanda per l’assegno unico deve essere inoltrata attraverso il sito internet Inps direttamente o tramite Patronati. La decorrenza del pagamento è dal mese di presentazione dell’istanza da parte dei genitori aventi diritto.

Con il messaggio numero 4748 del 31 dicembre 2021, l’Inps ha fornito tutti i dettagli e le istruzioni per ottenere l’assegno mensile. La domanda per l’assegno unico può essere inoltrata in qualsiasi momento fino al 30 giugno 2022 per ottenere anche gli arretrati dal mese di marzo.

Dal 1 luglio, invece, l’Inps inizierà a pagare le somme dell’assegno unico soltanto a partire dal mese in cui si presenta la richiesta perdendo così il diritto agli arretrati di 4 mesi. L’elaborazione dei pagamenti può avvenire anche in ritardo, ma fa fede la data di presentazione. La domanda può essee modificata successivamente.

Requisiti e importi

Ricordiamo che l’assegno è erogato fino al compimento del 18 esimo anno di età dei figli. Può essere richiesto anche per i figli maggiorenni a carico fino al 21 esimo anno di età, se sono iscritti all’Università, frequentano corsi di formazione o svolgono tirocini con redditi inferiori a 8.000 euro.

Ma anche se sono disoccupati o svolgono servizio civile universale.

 

L’importo dell’assegno unico spettante ai genitori è determinato in base al coefficiente Isee. In assenza di tale certificazione, si ha diritto comunque a una cifra pari a 50 euro al mese (25 euro se il figlio è maggiorenne).

L’assegno unico per i figli assorbe diverse indennità riconosciute in precedenza separatamente e che sono:

  • le detrazioni per figli a carico
  • l’assegno di natalità fino a 800 euro
  • l’assegno familiare erogato dai comuni
  • gli assegni ai nuclei familiari (ANF)
  • il bonus bebè

Fonte: Investire Oggi
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)