Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, slitta nuovo pacchetto di sanzioni Ue a Mosca

Pubblicato

il

Ucraina

GUERRA UCRAINA. A bloccare il processo è ancora una volta l’Ungheria che ora chiede che venga depennato il nome di Kirill dalla lista delle sanzioni. Mosca avvia esercitazione con forze nucleari.

Il Cremlino ha ribadito ancora una volta di “non escludere a priori” un incontro tra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky, ma “solo per finalizzare un certo documento”, che nelle intenzioni russe dovrebbe sancire l’annessione di Crimea e Donbass. Poroshenko a Sky TG24 sul leader della Russia: “Un criminale, mai fidarsi di lui”.

Slittano ancora le sanzioni europee contro la Russia: l’Ungheria si è opposta a includere il patriarca ortodosso Kirill nella lista dei personaggi presi di mira e la riunione degli ambasciatori dei 27 non ha potuto porre l’ultimo sigillo al sesto pacchetto di sanzioni varato dal vertice Ue. Gli Stati Uniti forniranno all’Ucraina sistemi missilistici ‘più avanzati’ per colpire ‘obiettivi strategici’. Si tratta dei missili Himars, con una gittata di 80 chilometri.

Ira di Mosca: ‘Usa gettano altra benzina sul fuoco’

Severodonetsk sta per cadere, secondo il sindaco della città solo il 20% del territorio urbano è ancora in mani ucraine e ‘viene difeso fieramente’, mentre il 60% è controllato dalla Russia. Leopoli sotto bombardamento russo. Il Cremlino ha ribadito ancora una volta di “non escludere a priori” un incontro tra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky, ma – ha precisato il portavoce Dmitry Peskov – “solo per finalizzare un certo documento”, che nelle intenzioni russe dovrebbe sancire l’annessione di Crimea e Donbass.

Per il ministro degli Esteri russo Lavrov, la Turchia contribuirà a organizzare lo sminamento dei porti ucraini. Il presidente della Repubblica Mattarella, parlando al Corpo diplomatico accreditato in Italia durante il ricevimento per il 2 Giugno al quale il Quirinale non ha invitato gli ambasciatori di Russia e Bielorussia, ha detto che ‘l’Italia è convintamente impegnata nella ricerca di vie di uscita dal conflitto che portino al ritiro delle truppe occupanti e alla ricostruzione dell’Ucraina’.

Sipario, almeno per ora, sull’ipotesi di un viaggio in Russia di Salvini. Una maggioranza schiacciante di danesi, circa il 67%, ha votato sì all’integrazione alla politica di difesa europea.(Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)