Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, Putin rimuove un altro generale: via il “macellaio della Siria”. Emergenza grano, Russia offre i porti di Mariupol e Berdyansk

Pubblicato

il

Putin

GUERRA UCRAINA. Siamo al 101.mo giorno di guerra in Ucraina. Due giornalisti della Reuters sono rimasti feriti e il loro autista è stato ucciso in un raid neri pressi di Severodonetsk. La Russia, intanto, si dichiara “pronta al dialogo” ma “chiede rispetto”. Fonti di intelligence riportano che Putin ha sollevato dalla guida delle truppe russe il generale Aleksandr Dvornikov, detto “il macellaio della Siria”.

L’Onu: “Questa guerra non ha e non avrà vincitori”

Il Consiglio Ue ha adottato formalmente il sesto pacchetto di sanzioni contro Mosca. Gli 007 Usa: “Putin ha il cancro, ad aprile si è sottoposto a cure. A marzo è scampato a un attentato”. E dal Cremlino arriva la proposta per sbloccare l’emergenza grano: i porti di Mariupol e Berdyansk, controllati dai russi, per il trasporto.

Onu, Guterres: “Fermare subito le violenze”

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha ribadito la sua richiesta di porre fine alle violenze in atto in Ucraina. “Rinnovo il mio appello per l’immediata cessazione della violenza, per l’accesso umanitario illimitato a tutti coloro che ne hanno bisogno, per l’evacuazione in sicurezza dei civili intrappolati nelle aree di combattimento e per la protezione urgente dei civili e il rispetto dei diritti umani in conformità con le norme internazionali”, ha affermato in una nota. La guerra “ha provocato violazioni inaccettabili dei diritti umani e sta infiammando una crisi globale che riguarda cibo, energia e finanza e che sta colpendo sempre di più persone, Paesi ed economie vulnerabili”.

Ucraina: “Abbiamo riconquistato il 20% di Sievierodonetsk”

Le forze ucraine hanno riconquistato circa il 20% del territorio perso a Sievierodonetsk dopo l’invasione russa. Lo ha detto alla televisione ucraina il governatore del Lugansk, Serhiy Gaidai, spiegando che prima i russi controllavano circa il 70% della città. Secondo Gaidai, le forze russe sono riuscite ad avanzare per diverse ore per poi essere respinte, dicendosi poi fiducioso che appena arriveranno le armi occidentali a lungo raggio fermeremo l’artiglieria russa e poi metteremo in fuga la loro fanteria”.(TGCOM24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)