Connect with us

Senza categoria

Assegno Unico, LA NOVITA’ DLL’INPS: LE NUOVE DISPOSIZIONI SULLE DOMANDE. ECCO LA NUOVA CIRCOLARE, i dettagli

Pubblicato

il

assegno temporaneo

Nonostante che siano passati ormai tre mesi da quando il 1° marzo è entrato in vigore l’Assegno Unico Universale, non mancano ancora problematiche che riguardano soprattutto le domande dello stesso e la sua erogazione. Tra le 4 milioni di famiglie beneficiarie, infatti, molte hanno problemi già a partire dalla domanda che risulta essere sempre bloccata.

L’Assegno, lo ricordiamo, spetta alle famiglie con figli a carico di età fino a 21 anni o senza limiti di età in caso di figli con disabilità ed è erogato direttamente sull’IBAN di chi ne ha fatto richiesta. La misura è stata adottata dal governo Draghi per dare un aiuto economico alle famiglie in questo particolare scenario socio – economico che stiamo vivendo.

Assegno Unico e domande bloccate: la novità

Anche se l’Assegno Unico è ormai in vigore dal mese di marzo, tra tante famiglie italiane regna ancora tanta incertezza. Molti dei dubbi riguardano i requisiti, le domande bloccate dell’assegno e le modalità di erogazione dello stesso. Ad aiutare i cittadini in modo celere e preciso è la pagina Facebook INPS per la Famiglia, molto attiva sul noto social network.

Attraverso questa pagina del social network più famoso del mondo, ogni giorno, centinaia di persone pongono i loro dubbi riguardo l’Assegno e, quasi sempre, gli addetti gli rispondono alle domande degli utenti. Una delle ultime domande da parte di un utente riguarda le domande dell’Assegno Unico bloccate.

L’utente, nello specifico, ha chiesto delucidazioni in merito alle domande di Assegno Unico fatte nel mese di gennaio ed ancora, dopo 5 mesi, senza alcuna risposta nonostante tre figli minorenni e la moglie a carico. INPS per la Famiglia ha risposto all’utente fornendogli tutte le spiegazioni del caso.

Come riferito dalla pagina Facebook, INPS per la famiglia ha spiegato che le domande non ancora esitate presentano delle anomalie. Nei prossimi giorni gli utenti che si trovano in questa situazione troveranno indicazioni accedendo ai servizi online o ricevendo mail o SMS.

Ricordiamo, infine, che l’INPS comunica poi che ci sono delle nuove funzionalità sia per quanto riguarda sia le domande che i pagamenti. Per quanto riguarda le domande queste possono essere modificate inserendo o variando la condizione di disabilità del figlio e modificando la frequenza scolastica di questo. Possono essere cambiati anche i codici fiscali dei genitori e i criteri di ripartizione dell’assegno tra i genitori.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)