Connect with us

Senza categoria

SUPERBONUS BLOCCATO: SONO FINITI I SOLDI. Niente più agevolazioni: cosa sta accadendo

Pubblicato

il

bonus

SUPER BONUS. Superbonus bloccato: aziende a rischio fallimento, molte banchehanno raggiunto il limite massimo e hanno imposto lo stop.

Superbonus bloccato: raggiunto il limite

È stato raggiunti in molti casi il plafond previsto. Le banche non vanno oltre. Nelle lettere che stanno arrivando in questi giorni gli istituti di credito annunciano la sospensione delle erogazioni.

In alcune missive, in particolare quelle inviate da Intesa Sanpaolo, si legge:

«La norma di legge impone, per tutti gli operatori del mercato, un vincolo di compensazione che prevede che ogni anno i crediti fiscali come quelli edilizi non possano eccedere il livello di imposte e contributi versanti dalla banca e che appunto possono essere oggetto di compensazione».

E questo si sapeva, il problema viene affrontato e risolto nelle frasi successive, che non lasciano spazio a interpretazioni: «Le comunichiamo pertanto che, al momento, non siamo in grado di procedere con la sottoscrizione del contratto di cessione del credito, a nulla rilevando l’esito delle analisi che eventualmente Deloitte (che fornisce il servizio di valutazione della correttezza e completezza dei documenti) avesse iniziato».

Superbonus bloccato: verso il ridimensionamento

La difficoltà delle banche è stata evidenziata dai dati di Enea sul Superbonus di maggio: sono stati prenotati lavori ammessi all’agevolazione per 33,7 miliardi contro i 33,3 miliardi stanziati.

Sono numeri che annunciano anche la difficoltà nella gestione dei bonus e la loro probabile fine. O almeno, un netto ridimensionamento.

Superbonus ed ecobonus: tabelle massimali di costo

I bonus, non solo quelli edilizi, costeranno allo Stato almeno 113 miliardi. Ma in quella cifra che è già enorme, non vengono compresi icontributi a fondo perduto e gli esborsi per il Superbonus già prenotato.

Superbonus bloccato: c’è chi lo eroga solo ai clienti

Ovviamente lo stop non è stato imposto solo da Impresa Sanpaolo. Anche il Banco Bpm ha già superato la soglia prevista dei 4 miliardi di volumi complessivi. E per questo motivo ora procederà solo all’acquisto dei crediti fiscali che sono già stati contrattualizzati dai clienti. Un impegno quindi che è già stato assunto.

Superbonus 110, ora partono i controlli, cosa fare

Il problema è per chi ha intenzione di avviare nuove pratiche. Sarà possibile soddisfare le richieste solo se nei prossimi mesi sarà stata recuperata la capienza fiscale. In caso contrario sarà difficile andare avanti.

Superbonus bloccato: la riduzione di Unicredit

Nelle stesse condizioni c’è anche Unicredit, che per mesi è stato il principale operatore finanziario a muoversi sul mercato del Superbonus. Già da tempo l’istituto di credito ha ridotto la sua operatività.

Unicredit infatti si sta limitando ad acquistare solo i crediti dei correntisti, mentre rifiuta le richieste che arrivano dalle imprese che hanno effettuato sconti in fattura.

Superbonus, ora è più facile: ma le banche frenano

Superbonus bloccato: problema da 2,6 miliardi

È un problema molto serio. I crediti delle imprese per lavori già effettuati e che rischiano di non poter essere incassati per il blocco della cessione dei crediti sono di 2,6 miliardi.

Una cifra decisamente importante. Le imprese di costruzione coinvolte in questo blocco sono 33mila. Il che significa anche che a rischio ci sono 150mila posti di lavoro.

Ma il problema investe anche 60mila imprese artigiane che hanno ora il cassetto fiscale pieno di credito ma nessuna liquidità.

Superbonus bloccato: aziende in crisi

Una situazione che rende di fatto impossibile onorare i pagamenti:

il 45,9% delle aziende non ha pagato i fornitori; il 30,6% non sta pagando tasse o imposte;
il 21,1% non riesce a pagare salari e collaboratori.

Siamo all’alba di una bomba economica e sociale che potrebbe avere conseguenze molto gravi, anche nel breve periodo.

I problemi sono stati creati anche dai cambiamenti continui e dalle interruzioni per il Superbonus 110%. In pochi mesi quella misura è passata da un tutto si può fare a limitazioni sempre più stringenti.

Oggi le imprese edili dopo aver fatto i lavori si ritrovano a non poter cedere gli sconti in fattura. Questo stop ha creato dei disagi a tutta la filiera.

L’effetto inevitabile è che molti cantieri sono bloccati o non partono nemmeno. (TheWam)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)