Connect with us

Senza categoria

Assegno Unico e Reddito di Cittadinanza, MESE DI STOP E DOMANDE DECADUTE. Cosa accadrà adesso, tutte le novità

Pubblicato

il

assegno unico

L’Assegno Unico Universale è ormai in vigore dallo scorso 1° marzo ma ancora regnano incertezze e dubbi a riguardo da parte di circa 4 milioni di famiglie italiane beneficiarie della misura. L’Assegno, infatti, lo ricordiamo, spetta alle famiglie con figli a carico di età fino a 21 anni o senza limiti di età in caso di figli con disabilità.

La misura, introdotta dal governo Draghi per dare un aiuto economico alle famiglie, è andata a sostituire i precedenti bonus presenti fino a quel momento in busta paga come i Bonus Bebè, il Bonus Mamma domani e gli Assegni al Nucleo Familiare. Inoltre l’Assegno Unico è erogato direttamente sull’IBAN di colui che ne ha fatto domanda.

Assegno Unico decaduto e RdC: la novità

Come detto, nonostante la misura sia ormai in vigore da tre mesi, tra molte famiglie italiane regna ancora tanta incertezza, relativa soprattutto ai requisiti e alle modalità di erogazione dell’assegno stesso. A dissipare molti dei dubbi delle famiglie è la pagina Facebook INPS per la Famiglia, molto attiva sul noto social network.

Attraverso questa pagina, ogni giorno, centinaia di persone pongono i loro dubbi riguardo l’Assegno e, quasi sempre, gli addetti gli rispondono in modo celere e garbato. Una delle ultime domande da parte di un utente riguarda le domande dell’Assegno Unico decadute.

L’utente, nello specifico, ha chiesto delucidazioni in merito alle domande di Assegno Unico decadute per il mese di stop del Reddito di Cittadinanza prima di poterlo rinnovare. Per queste domande, infatti, ancora non sono stati erogati i soldi relativi all’Assegno Unico. INPS per la Famiglia, anche questa volta, ha risposto all’utente fornendogli tutte le spiegazioni del caso.

Come riferito dalla pagina Facebook, la direzione competente ha riferito innanzitutto che non si tratta di domande decadute ma di sospensioni dell’istruttoria in attesa della verifica tra le due procedure, ovvero quelle tra il Reddito di Cittadinanza e l’Assegno Unico. Le sospensioni dovrebbero sbloccarsi il mese successivo consentendo la liquidazione dell’Assegno Unico per il mese di stop.

Ricordiamo, infine, che l’INPS comunica poi che ci sono delle nuove funzionalità sia per quanto riguarda sia le domande che i pagamenti. Per quanto riguarda le domande queste possono essere modificate inserendo o variando la condizione di disabilità del figlio e modificando la frequenza scolastica di questo. Possono essere cambiati anche i codici fiscali dei genitori e i criteri di ripartizione dell’assegno tra i genitori.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)